rotate-mobile
Più sicurezza

Telecamere e bodycam sulle ambulanze: Regione Lombardia stanzia 1,5 milioni di euro

L'obiettivo è quello di aumentare la sicurezza degli operatori sanitari ed evitare il ripetersi di aggressioni ai loro danni

Aveva destato molto scalpore, nell'autunno scorso, l'assalto a un'ambulanza avvenuto a Tirano da parte di alcuni ragazzi ubriachi, poi condannati con il provvedimento del "Daspo Willy": un episodio che aveva messo a repentaglio la sicurezza e la salute non solo del ferito, ma anche degli operatori della Croce Rossa impegnati nell'intervento. Un episodio, tra l'altro, che non rappresenta un caso isolato, visto che in Lombardia le aggressioni ai mezzi di soccorso sono state 33 nel 2020, 45 nel 2021 e nel 28 primo semestre del 2022.  

Il bando

Anche in considerazione di questi numeri Regione Lombardia ha promosso un bando, dal valore complessivo di 1,5 milioni di euro per l'acquisto e l'installazione di telecamere sui mezzi di soccorso sanitario e bodycam agli operatori in servizio. La Giunta regionale, infatti, ha recentemente incrementato di quasi un milione di euro i 500.000 euro già stanziati per l'installazione di impianti di videosorveglianza sui mezzi di soccorso sanitario e la dotazione di bodycam con l'obiettivo di incrementare il livello di sicurezza dei mezzi e del personale. La somma stanziata da Regione Lombardia riguarda il 2022.

Verranno installate circa 850 tra dashcam e bodycam sui mezzi di soccorso avanzato di tutta la Lombardia.  "È un progetto - ha dichiarato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana - che va nella direzione di tutelare gli operatori sanitari che tutti i giorni si trovano ad intervenire in differenti e difficili contesti. Le videocamere fisse e le bodycam avranno infatti un duplice ruolo: non solo di 'documentazione' di episodi di aggressione, ma anche di prevenzione e di dissuasione da eventuali comportamenti violenti. Questo bando conferma la forte attenzione di Regione Lombardia verso il personale sanitario. L'obiettivo è rendere migliori e sicure le condizioni di lavoro del personale".

Più sicurezza

"Si tratta di una integrazione virtuosa tra sicurezza e sanità - ha evidenziato la vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti - molto utile a chi quotidianamente opera nelle ambulanze. L'attenzione verso il personale sanitario è alta e costante, la somma stanziata va in questa direzione. Le aggressioni al personale medico e ausiliario in questi ultimi anni sono aumentate e la presenza di telecamere e bodycam serve anche in funzione preventiva".

"Somme significative - ha aggiunto l'assessore regionale alla sicurezza, immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato - messe a disposizione dall'assessorato alla Sicurezza a tutela di cittadini e operatori sanitari. Le telecamere hanno anche un forte valore 'dissuasivo' e tutelano fortemente chi quotidianamente, con sacrifici enormi, è al servizio dei cittadini. Ringrazio Areu e i soccorritori per il costante servizio offerto. Regione Lombardia è particolarmente attenta alla sicurezza del personale".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere e bodycam sulle ambulanze: Regione Lombardia stanzia 1,5 milioni di euro

SondrioToday è in caricamento