rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità

Tribunale di Sondrio, una stanza dell'accoglienza per le vittime di violenza

Il nuovo spazio accoglierà minori, donne, ma anche uomini, vittime di maltrattamenti e abusi. L'inaugurazione in occasione della giornata internazionale contro le violenze sulle donne

Una stanza dell'accoglienza e della prossimità. È quella inaugurata nella mattinata di oggi, venerdì 25 novembre 2022, in occasione della giornata internazionale contro le violenze sulle donne, presso il tribunale di Sondrio, alla presenza dei più alti rappresentanti istituzionali. Una "forma di attenzione nei confronti di tutte le vittime di violenza", come sottolineato dal presidente del tribunale, Giorgio Barbuto, fortemente voluta dal Comitato Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Sondrio, promotore dell'iniziativa.

L'obiettivo è quello, in attuazione delle direttive europee (Convenzione di Istanbul e Direttiva n. 29 del 2012 UE), di assicurare alle vittime di violenza di poter essere ascoltate in un ambiente riservato ed isolato dalle altre parti del processo. Uno spazio importante per accogliere minori, donne, ma anche uomini, vittime di maltrattamenti, violenze, abusi. L'aula potrà essere utilizzata da tutti i giudici, sia civili che penali, nonché dagli avvocati con i loro clienti.

"Questa stanza è un segno di attenzione nei confronti dei soggetti deboli. Purtroppo però noi operatori del diritto interveniamo solo quando i fatti si sono consumati. Deve cambiare la mentalità della società, è necessario un ripensamento generale", ha ammonito il pubblico ministero Stefano Latorre. "Questo è un modo appropriato di fare 'giustizia', con tutte le attenzioni del caso. Questa iniziativa di sensibilità è il segnale di una società che va avanti e cresce", ha aggiunto il prefetto di Sondrio, Roberto Bolognesi.

stanza accoglienza tribunale sondrio 3

Spazio di vicinanza

"Spesso in Italia si pensa che la Giustizia sia ingiusta, che i giudici siano inarrivabili dall'alto del loro scranno e che gli avvocati facciano i proprio interessi. Questo progetto invece dimostra l'opposto. La stanza dell'accoglienza permetterà ai giudici e agli avvocati di stare accanto ai fragili e ai sofferenti con prossimità e partecipazione", ha commentato l'avvocato Gianmaria Moiola, membro del comitato.

stanza accoglienza tribunale sondrio 4

"Presso il tribunale di Sondrio vi è sempre stata accortezza e protezione nei confronti delle vittime. Abbiamo colto l'occasione per adeguarci agli standard comunitari e per dare un'opportunità in più a chi soffre. Senza dimenticare che l'attenzione su tale tema deve rimanere alta, non solo il 25 novembre. È importante parlarne ogni giorno. Oggi mi piace ricordare l'avvocato Paola Biraghi prematuramente scomparsa qualche mese fa. Insieme a lei abbiamo sempre lottato per l'eliminazione delle violenze", ha dichiarato con commozione  l'avvocato Manuela Mauro, presidente del CPO Avvocati Sondrio.

La creazione della stanza dell'accoglienza è stata possibile grazie alle donazioni di Folini Arredamenti, di Parolini imbiancature e del Colorificio Centrale. Nelle prossime settimane diverse iniziative verranno portate avanti dal Comitato Pari Opportunità del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Sondrio, grazie alla disponibilità del Tribunale, con il coinvolgimento del mondo scolastico.

stanza accoglienza tribunale sondrio 1

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale di Sondrio, una stanza dell'accoglienza per le vittime di violenza

SondrioToday è in caricamento