rotate-mobile
Prima accoglienza

Sondrio, in via Aldo Moro una nuova struttura per i senzatetto

Gestita dalla Croce Rossa ha quattro posti letto a disposizione per far fronte alle crescenti richieste di persone in difficoltà

Una nuova struttura che accolga, ogni sera, quattro senzatetto: è quella realizzata nel parcheggio di via Aldo Moro per far fronte alle richieste sempre maggiori di persone in difficoltà, spesso costrette, anche a Sondrio, a dormire all'adiaccio.

A gestirla sarà la Croce Rossa Italiana che, dopo aver ricevuto le segnalazioni circa persone in difficoltà assegnerà i posti letto ogni sera, dopo aver sottoposto i soggetti interessati a un controllo sanitario, quindi a un tampone per accertare la loro negatività al covid. Gli ospiti potranno usufruire della struttura dalle 20 alle 8 della mattina successiva: il prefabbricato verrà poi sanificato, le lenzuola e le federe monouso verranno cambiate e così la struttura sarà pronta ad accogliere i quattro ospiti per la sera e notte successiva

Intervento necessario

"E' importante aprire questa struttura, si tratta di un'iniziativa doverosa - ha sottolineato Lorenzo Grillo Della Berta, vicesindaco di Sondrio - per assistere chi si trova a fare i conti con bisogni essenziali, specie in questo periodo di festa. E' doveroso allargare la possibilità di risposta a una questione come quella della prima accoglienza da cui nasce sempre l'accompagnamento verso la rigenerazione sociale di un soggetto".

Sulla scelta di collocare la struttura in via Aldo Moro, sempre Grillo Della Berta, ha evidenziato come "si tratta della location che ci sembrava più idonea, facilmente controllabile, non lontana dalle case, ma neanche troppo vicina e vicina anche alla sede della Croce Rossa che si occuperà della sua gestione".

Bisogni crescenti

Come detto, le persone e famiglie in difficoltà sono sempre più numerose ed è difficile far fronte a tutte le richieste: basti pensare che, ad esempio, il centro di prima accoglienza, come ha spiegato Margherita Volontè, è sempre pieno, anzi "sovraffollato con i sette letti occupati, a cui aggiungiamo anche altre due o tre brandine, ma comunque alcune persone sono comunque costrette a dormire fuori".

All'emergenza abitativa si aggiunge pure quella alimentare con la Croce Rossa Italiana che fornisce mensilmente il pacco vivere a 240 famiglie del territorio del mandamento di Sondrio, nuclei soprattutto valtellinesi anche con bambini, come ha svelato la responsabile sociale di Cri Sondrio Tiziana Romeri.

DSCN3865-2

"Per quanto riguarda la struttura di via Aldo Moro - ha invece commentato Giuliana Gualteroni, presidente della Croce Rossa Italiana di Sondrio - quando il Comune ci ha contattati abbiamo subito detto sì. Si tratta di un problema di cui parlavamo già da tempo e per cui è importante arrivare a una soluzione. Le persone in difficoltà, seppur non con i numeri che si registrano nelle grandi città come Milano, ci sono anche a Sondrio".

I prossimi passi

La struttura, che è stata benedetta dall'arciprete di Sondrio don Christian Bricola, sarà operativa a partire dai prossimi giorni. Sempre nei prossimi giorni il prefetto di Sondrio Salvatore Rosario Pasquariello, che ha partecipato a sua volta alla presentazione della nuova "casa" indirà una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica "affinché anche le forze dell'ordine possano raccordarsi con gli altri soggetti coinvolti e siano loro di supporto nella gestione della struttura".

DSCN3867-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, in via Aldo Moro una nuova struttura per i senzatetto

SondrioToday è in caricamento