Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Sondrio punta forte sul binomio Sport e Turismo

Stretta la collaborazione tra Comune e Federrafting. Parco Bartesaghi ancora più centrale nella vita cittadina con nuovi collegamenti, spogliatoi ed un un campo slalom per i kayak sull'Adda

Sull'Adda verrà realizzato un campo per lo slalom con il kayak

Sondrio è una città che cambia, giorno dopo giorno, lungo il percorso già delineato per trasformarla da città di servizi a città turistica, attrattiva e accogliente, attingendo alle sue peculiarità, facendo leva sulle sue potenzialità: un progetto ampio, nei contenuti e negli ambiti di riferimento, che questa mattina è stato illustrato dal sindaco Marco Scaramellini con gli assessori Carlo Mazza e Michele Diasio. Con loro anche Benedetto Del Zoppo, presidente della Federrafting nazionale e di Indomita Valtellina River.

Nella visione dell'Amministrazione comunale, lo sport ha un ruolo rilevante, in particolare la canoa, con Sondrio che, insieme a Piateda, Albosaggia e Castione, ospiterà i Campionati mondiali del 2023. Il territorio non è solo quello cittadino ma è allargato all'intero comprensorio sondriese e ai mandamenti confinanti, la Media e la Bassa Valle, alla Valchiavenna, al resto della provincia e al lago di Como. A godere di una città bella, attrattiva e con nuovi servizi saranno innanzitutto i residenti, in città e in provincia, e i visitatori provenienti da fuori, perlopiù dalla Lombardia, dal resto dell'Italia settentrionale e dalla Svizzera, senza escludere bacini più ampi.

"Dobbiamo lavorare tutti insieme con una visione di lungo periodo, pensando al futuro dei nostri figli - è stata l'esortazione del sindaco Scaramellini -: possiamo contare su basi solide e su grandi potenzialità che dovremo essere in grado di gestire in maniera sostenibile. La collaborazione con gli altri enti, a cominciare dai comuni confinanti, e con gli operatori privati, è fondamentale, ed è necessario un cambio culturale perché dobbiamo pensare in maniera diversa all'accoglienza".

Conferenza-2-2

I risultati ottenuti sin qui sono incoraggianti e inducono all'ottimismo. Il sindaco si è soffermato sull'importanza della progettualità, perché se i progetti sono ben studiati i soldi si trovano. L'Amministrazione comunale ha ottenuto contributi da enti diversi e sfruttato le opportunità offerte dai bandi per realizzare opere e promuovere iniziative ormai prossime al lancio, come la ciclostazione o la passerella sulle Cassandre, oltre ai lavori già conclusi che hanno consentito di ampliare e mettere in sicurezza la rete ciclopedonale cittadina. L'assessore Carlo Mazza, con deleghe all'Urbanistica, all'Ambiente e alla Mobilità, ha concentrato l'attenzione sul Parco Bartesaghi, una risorsa per la città, che l'Amministrazione punta a qualificare e potenziare per allargare ulteriormente la fruizione.

"Per raggiungerlo in sicurezza abbiamo previsto un sottopasso ciclopedonale che lo colleghi all'area della Castellina, per dotarlo di un servizio che oggi manca realizzeremo un blocco con adeguati spogliatoi e con la cooperativa Intrecci che lo gestisce vorremmo svilupparlo sul fronte degli eventi e della pratica sportiva aggiungendo un'area sportiva e realizzando un campo slalom sull'Adda".

Per l'area Ventina, di proprietà privata, l'indirizzo sarebbe quello di destinarla a varie forme di ricettività per soddisfare un bisogno che lo sviluppo auspicato potrebbe presto rendere evidente. Lo sport è ritenuto un attrattore turistico, come ha spiegato l'assessore allo Sport e al Turismo Michele Diasio: "I grandi eventi che abbiamo ospitato - ha detto -, come la cerimonia d'inaugurazione delle Deaflympics alla fine del 2019 e il Giro d'Italia under 23, e quelli futuri, le gare di sci alpinismo del prossimo febbraio e i Mondiali di canoa del 2023, rappresentano un richiamo importante e allargano la notorietà del nostro territorio. In vista delle Olimpiadi del 2026, quale territorio ospitante, saremo sotto osservazione e questo aumenta le nostre responsabilità. Abbiamo l'esigenza di promuovere iniziative che siano in grado di caratterizzare Sondrio e l'intera Valtellina con il lago affinché siano le Olimpiadi di Milano, montagna e lago: sono sicuro che ci riusciremo".

All'arrivo della fiaccola olimpica mancano cinque anni, soltanto due ai Campionati mondiali di canoa assegnati alla Valtellina per il 2023, grazie all'impegno del presidente della federazione Benedetto Del Zoppo, come ha sottolineato il sindaco Scaramellini. Sondrio ospiterà la cerimonia d'inaugurazione: sono attese più di mille persone da una quarantina di nazioni per competere nelle acque dell'Adda.

Prima di allora, l'impegno sarà quello di allestire il campo slalom davanti al Parco Bartesaghi per potenziare il turismo: "Sondrio potrebbe diventare un centro di formazione per molti sport, questo è il mio sogno - ha confessato Del Zoppo, presente con gli atleti Emanuele Cerchi, Riccardo Colombo e Sara Amonini -, proponendo anche il torrente Mallero quale passeggiata di Sondrio e realizzando un'onda surf all'altezza di piazza Garibaldi".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio punta forte sul binomio Sport e Turismo

SondrioToday è in caricamento