menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sondrio Festival e Fondazione Pro Valtellina, un binomio vincente

Il presidente della onlus, Marco Dell'Acqua: «Rinnoviamo ogni anno il sostegno a questa manifestazione perché ne condividiamo le finalità e apprezziamo i risultati ottenuti»

Coltivare la simbiosi fra giovani e ambiente, favorire la presa di coscienza del valore del patrimonio naturalistico, accompagnarli lungo un percorso di conoscenza, per il tramite dei diversi linguaggi, sollecitando la mente e i sensi. Una missione per Sondrio Festival, un obiettivo mai pienamente raggiunto perché le sfide si sovrappongono l’una alle altre, perché le emergenze ambientali si presentano sotto nuove forme. Attività sempre più diversificate e coinvolgenti, per una voce che necessariamente deve levarsi forte e chiara, grazie al sostegno di Pro Valtellina onlus, partner di riferimento per Assomidop. 

«Siamo riconoscenti a Sondrio Festival perché ha anticipato temi che oggi occupano le prime pagine dei quotidiani e aprono i telegiornali - sottolinea Marco Dell’Acqua, presidente di Pro Valtellina onlus -: è confortante che questi messaggi vedano i ragazzi nella doppia veste di recettori e di divulgatori, sempre più convinti di svolgere un ruolo importante per la salvaguardia ambientale. Con loro il mondo sarà in buone mani. Rinnoviamo ogni anno il sostegno a questa manifestazione perché ne condividiamo le finalità e apprezziamo i risultati ottenuti. Tutte le iniziative che sono in grado di catturare l’attenzione dei giovani sul tema dell’ambiente ci vedono convinti sostenitori e Sondrio Festival non delude mai le aspettative».

L’educazione all’ambiente diventa educazione allo sviluppo sostenibile, attenzione a ciò che si consuma e a come si smaltisce. Non ci sono soltanto la salvaguardia e la tutela ambientale ma  anche la sensibilità nei confronti dell’inquinamento e delle emergenze ambientali. A conquistare i ragazzi è la formula dell’intrattenimento educativo, imparare divertendosi, attraverso nuovi stimoli proposti da linguaggi innovativi e da divulgatori che cambiano ogni anno: laboratori, workshop, mostre e convegni in modalità interattiva in un programma disegnato su misura per bambini e ragazzi.

«La soddisfazione più grande - prosegue il presidente Dell’Acqua - è vedere come, anno dopo anno, questa attività sia sempre più apprezzata: aumentano i numeri e cresce
l’entusiasmo con il quale i ragazzi si avvicinano alle iniziative proposte. La sensibilità ambientale è cresciuta anche nella nostra provincia: questo è il dato importante che ci restituiscono le ultime edizioni di Sondrio Festival».

Di pari passo non può che aumentare l’impegno degli organizzatori della manifestazione per aprirsi sempre più ai giovani, sia per il tramite delle scuole che direttamente. Sovente capita che i ragazzi che hanno conosciuto Sondrio Festival durante gli anni dello studio diventino spettatori affezionati, ed è evidente come l’età media di chi assiste alle proiezioni dei documentari si sia abbassata. È il fascino del reale, quello della natura, che ammalia per la bellezza delle immagini e per il messaggio che veicola. «Sono certo che anche questa edizione otterrà un pieno successo», conclude il presidente di Pro Valtellina onlus. 

«Ringraziamo Pro Valtellina per il sostegno che garantisce ogni anno a Sondrio Festival, che ci consente di definire una proposta didattica ampia e differenziata - dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Sondrio e presidente di Assomidop Marcella Fratta -. Noi crediamo molto nel potere della manifestazione di affermare una nuova cultura ambientale e siamo felici che la fondazione comunitaria sia al nostro fianco per offrire questa opportunità ai nostri ragazzi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento