menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buoni spesa, a Sondrio un nuovo bando e altri 35mila euro per le famiglie in difficoltà

Il Comune di Sondrio ha creato una rete con le Parrocchie di Sondrio e la Croce Rossa per raggiungere tutte le persone interessate 

Il Comune di Sondrio ha pubblicato un nuovo bando, con 35 mila euro a disposizione, per distribuire i buoni spesa alle famiglie in difficoltà: dopo i due della primavera scorsa, con oltre 400 richieste soddisfatte, sono previsti nuovi aiuti per fronteggiare l'emergenza sanitaria. La novità è rappresentata dal coinvolgimento di altri soggetti impegnati sul fronte del contrasto alla povertà, quali Croce Rossa e Parrocchie di Sondrio, con i quali sono già in atto collaborazioni. Parte dei buoni spesa sono stati quindi messi a disposizione di queste due realtà che più facilmente e più capillarmente possono raggiungere chi vive in uno stato di bisogno. 

«La collaborazione con Croce Rossa e Parrocchie ci consente di arrivare a tutte le persone che hanno difficoltà a garantire i generi di prima necessità alla famiglia - spiega l'assessore ai Servizi sociali Lorenzo Grillo Della Berta -. Si tratta di casi spesso sconosciuti ai servizi assistenziali che la crisi seguita alla pandemia ha posto di fronte a questo problema, magari in maniera temporanea, che necessitano di sostegno».

Il buono spesa una tantum è pari a 150 euro per una persona, elevato di 50 euro per ogni altro componente del nucleo familiare, fino a un massimo di 300 euro.

Può essere utilizzato per l'acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità. A disposizione ci sono i 35 mila euro residuo del primo stanziamento ministeriale di 114 mila della primavera scorsa, ai quali si aggiungono gli ulteriori 114 mila già concessi al Comune di Sondrio che potrebbero essere utilizzati già adesso, quantomeno in parte.

Sono oltre 500 le persone, o i nuclei familiari, sostenuti dal Comune attraverso diverse forme di aiuto, misure finanziate dalla Regione e altre con risorse proprie, per l'affitto, per la spesa e per altri bisogni. «La pandemia e tutto ciò che ha comportato - conclude l'assessore Grillo Della Berta - ha prodotto conseguenze devastanti su situazioni di fragilità già note e creato nuove emergenze. Ciò che ci preme è raggiungere tutte le persone che hanno bisogno di aiuto: con questo bando e il coinvolgimento di altre realtà che operano sul territorio contiamo di riuscirci».

Per richiedere il buono spesa è necessario compilare e consegnare l'apposito modulo, disponibile sul sito del comune, all'ingresso dell'Ufficio interventi sociali, presso le Parrocchie di Sondrio e presso la sede della Croce Rossa: le domande saranno valutate in base all'ordine di arrivo secondo i requisiti e le priorità indicate nel bando.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lupi in Valtellina e Valchiavenna, è polemica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento