Sondrio vuole ripartire: dal Comune 1,7 milioni di euro di sgravi e investimenti per cittadini e operatori

Il sindaco Scaramellini: «Uno sforzo notevole, in termini economici e di programmazione, ma fondamentale, affinché la ripartenza sia positiva e coinvolga tutti»

Ci sono contributi a fondo perduto per commercianti e artigiani, aiuti per le famiglie e l'utilizzo dei 700 mila euro ricevuti dalla Regione Lombardia: la quinta variazione al bilancio di previsione, che ammonta a poco più di 1,7 milioni di euro, approvata dalla Giunta comunale nella seduta dei giorni scorsi, risente, nei numeri e nei contenuti, dell'emergenza sanitaria che ha stravolto le vite di tutti, causando seri danni all'economia locale e aumentando le difficoltà di molte persone.

«Il nostro primo obiettivo è quello di aiutare le famiglie e di sostenere gli operatori in questo difficile momento - sottolinea il sindaco Marco Scaramellini -, sia direttamente, con sgravi e contributi, che indirettamente, promuovendo iniziative e avviando le opere pubbliche già finanziate per far ripartire l'economia locale e creare nuovi sbocchi occupazionali. Uno sforzo notevole, in termini economici e di programmazione, ma fondamentale, affinché la ripartenza sia positiva e coinvolga tutti. La nostra città e la nostra provincia hanno bisogno di rispondere con decisione a quanto avvenuto, cogliendo tutte le opportunità che ci verranno offerte, e il nostro intervento vuole essere d'aiuto ma anche da stimolo, perché in frangenti così drammatici ciascuno deve fare la propria parte». 

I contributi

I contributi a fondo perduto per i titolari di attività produttive rimaste chiuse nei mesi scorsi, che verranno assegnati nelle prossime settimane a chi è in regola con il pagamento delle imposte comunali, valgono 400 mila euro e si aggiungono ad altre misure già varate il mese scorso: la sospensione del pagamento della Tosap temporanea per bar e ristoranti, dell'imposta comunale sulla pubblicità relativa all'anno 2020 e dei canoni concessori, la concessione di nuovo suolo pubblico e il differimento del pagamento della Tari dal 30 giugno al 31 ottobre.

Ulteriori 75 mila euro verranno utilizzati per migliorare l'attrattività: piazze e spazi cittadini saranno abbelliti e resi più accoglienti da nuovo arredo urbano. Un pacchetto straordinario di aiuti per commercianti e artigiani che soltanto poche Amministrazione comunali hanno garantito. Per quanto riguarda le famiglie, la variazione di bilancio include i 40 mila euro per sostenere la riduzione delle rette delle scuole paritarie dell'infanzia e dei nidi privati e i 10 mila euro per le associazioni sportive in difficoltà a causa del blocco dei corsi. L'emergenza sanitaria ha inoltre reso ancora più evidente la necessità di ammodernare il sistema informativo comunale, al quale sono stati destinati 85 mila euro.

«Cominciamo da questi 600 mila euro - spiega l'assessore al Bilancio Ivan Munarini -, con l'auspicio di essere in grado di destinare altre risorse per favorire la ripartenza se le entrate saranno in linea con le nostre previsioni. L'avanzo di amministrazione, risultato di un'oculata gestione, ci ha consentito questo intervento straordinario, dando una risposta concreta ai bisogni dei cittadini. Grazie al bilancio sano potremo inoltre programmare altre uscite e nuovi investimenti nei prossimi mesi≫.

Opere pubbliche

I 700 mila euro del contributo della Regione Lombardia per l'emergenza coronavirus finanzieranno 12 interventi che coinvolgono strade, edifici scolastici e Castel Masegra, che verranno realizzati nei prossimi mesi: l'Amministrazione comunale ne ha definito l'utilizzo puntando su progetti già pronti e privilegiando le scuole. Si tratta di interventi singolarmente di importi contenuti che verranno eseguiti da imprese locali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla sistemazione della via Vanoni sono stati destinati 180 mila euro, 80 mila per mettere in sicurezza alcuni attraversamenti pedonali, quasi 400 mila euro per le scuole, fra opere di adeguamento per la prevenzione degli incendi e illuminazione, alla Coccinella, alla Ligari e alla Torelli, e sistemazione dei giardini della scuola dell'infanzia Segantini e della primaria di via Cesare Battisti. Infine 41 mila euro verranno utilizzati per il completamento degli interventi a Castel Masegra. Il passaggio successivo e conclusivo del provvedimento relativo alla quinta variazione al bilancio di previsione è previsto nella prossima seduta del Consiglio comunale che verrà convocata entro la fine di giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Coronavirus a scuola, una nuova classe in quarantena a Valfurva

  • Ecco l'autunno: freddo, neve e grandine in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, nuovo caso all'Alberti di Bormio: un'altra classe in quarantena

  • Coronavirus, crescono i casi di positività in Valtellina e Valchiavenna

  • Coronavirus, al Morelli ricoverati sopratutto anziani delle case di riposo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento