rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Attualità

Senzatetto a Sondrio, il parroco apre l'oratorio di notte ma servono volontari

Nonostante l'impegno della città ci sono ancora diverse persone che dormono per strada in questo inverno. Don Bricola: "Non si può rimanere indifferenti"

Fare squadra per accogliere i senzatetto di Sondrio. È quanto proposto dal parroco del capoluogo, don Christian Bricola, ai suoi fedeli durante le ultime celebrazioni religiose. "Carissimi parrocchiani di Sondrio, cosa possiamo fare? Problema: come sapete a Sondrio fa freddo e ci sono alcune persone che dormono per strada", ha scritto il sacerdote nella sua riflessione domenicale.

Nonostante l'impegno della città ci sono ancora alcune persone che dormono all'addiaccio. "Ringraziando Dio, in tanti si sono subito dati da fare: il Comune e la Croce Rossa gestiscono un prefabbricato con dei letti, la mensa del Mato Grosso, insieme al Centro di Prima accoglienza, ha pensato al cibo, i City Angels portano bevande calde e coperte. Però, nel prefabbricato ci sono 9 persone quando lo spazio sarebbe adatto per 4 o al massimo 6 e, inoltre, ci sono ancora tre o quattro uomini che dormono per strada", ha spiegato don Bricola.

Da qui la proposta ai fedeli sondriesi, forti delle riflessioni che il Natale ha portato con sè. "Il Natale ci ha fatto contemplare il Bambino Gesù nato al freddo perché non c’era posto nell’albergo e subito abbiamo pensato che noi ci saremmo comportati diversamente perché non si può rimanere indifferenti di fronte a certe situazioni". Quanto ipotizzato dal parroco si rifà a quanto condotto a Como dalla Caritas diocesana con l’iniziativa 'Progetto Betlemme'.

"In concreto, la nostra parrocchia potrebbe mettere disposizione un locale all’oratorio Angelo Custode per ospitare di notte (dalle 20 alle 8 del giorno dopo) alcune persone (già conosciute) a dormire, solo nei mesi invernali". Un'idea ben precisa che necessita di aiuto: "Per far questo, servirebbero dei volontari per andare ad aprire alla sera e a chiudere la mattina. Ognuno può dare la disponibilità che vuole (un giorno alla settimana, una volta al mese...) e l’impegno è fino a fine marzo, al massimo ai primi di aprile. C’è qualcuno disponibile?", è la richiesta diretta del prete.

Per chi fosse interessato giovedì 12 gennaio, alle ore 21, nel salone della Beata Vergine del Rosario ci sarà una riunione per organizzare il percorso di accoglienza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senzatetto a Sondrio, il parroco apre l'oratorio di notte ma servono volontari

SondrioToday è in caricamento