Sabato, 23 Ottobre 2021
Attualità Val Masino

Val di Mello, Ersaf si scusa per la costruzione della scogliera: verrà abbattuta

Il direttore Ersaf Ornaghi dopo un sopralluogo: «Commessi errori sia dal punto di vista delle relazioni e delle comunicazioni necessarie che sono mancate, sia dell’approccio esclusivamente tecnico a scapito della sensibilità e estrema accortezza che interventi nella Val di Mello necessitano, ingigantito da un vistoso errore compiuto dal direttore lavori. C'è la necessità e l’opportunità di ripristinare lo stato di fatto precedente ai lavori»

È un clamoroso dietrofront quello praticato da Ersaf in Val di Mello. Si perchè dopo il sopralluogo tenutosi in valle nella giornata di giovedì 22 aprile 2021, l'Ente Regionale per i Servizi all'Agricoltura e alle Foreste ha deciso che la scogliera realizzata in località Cascina Piana, costruita per favorire il passaggio di disabili e anziani sulla sponda orografica sinistra, verrà smantellata perchè non rispettosa dell'ambiente circostante.

A darne notizia il diretto di Ersaf, Massimo Ornaghi, dopo la verifica in loco, accompagnato dalle Guide alpine, a poche ore dallo stop ai lavori obbligato dalla Soprintentenza: «In merito allo sviluppo dei lavori sul progetto “Valley for all - Val di Mello alla portata di tutti” e verificato lo stato del percorso di approvazione amministrativa, devo prima di tutto scusarmi, a nome mio e di Ersaf, per gli errori commessi sia dal punto di vista delle relazioni e delle comunicazioni necessarie che sono mancate, sia dell’approccio esclusivamente tecnico a scapito della sensibilità e estrema accortezza che interventi nella Val di Mello necessitano, ingigantito da un vistoso errore compiuto dal direttore lavori. Nel sopralluogo ero accompagnato dal responsabile Ersaf per l’area e dalla responsabile dell’UTR di Sondrio, che ringrazio, confermando così la necessità e l’opportunità di ripristinare lo stato di fatto precedente ai lavori».

Una notizia accolta con estremo sollievo dalle decine di persone che nelle ultime settimane, come successo due anni fa quando il progetto fu presentato, si erano mobilitati gridando allo scandalo. «Assumerò direttamente il ruolo di responsabile dei lavori e sarà mia cura, con una rinforzata squadra di tecnici, seguire passo a passo i futuri lavori concordando, giornata dopo giornata, la soluzione migliore che ottemperi al meglio il rispetto dei due valori fondamentali che devono conciliarsi in questa tipologia di intervento: la bellezza e la naturalità dei luoghi e la corretta e rispettosa fruizione di tutte le persone che vogliano immergersi in essa» ha aggiunto Ornaghi.

«Ringrazio l’Assessore Sertori per la sua presenza continua, per la tenacia, pazienza e equilibrio nell’averci indicato la giusta soluzione. Mi attiverò quindi nei prossimi giorni per incontrare il Sindaco del Comune di Val Masino e i rappresentanti dei proprietari, per garantirgli il rinnovato impegno di Ersaf a proseguire e a portare a compimento il progetto chiedendo anche a loro scusa per i disagi e le tensioni di questi giorni. Proseguirò chiedendo un incontro con la Sovraintendenza per rimediare all’errore della mancata comunicazione e riprendere la corretta interazione preventiva così come previsto dagli esiti della Conferenza di servizi» ha continuato il dirigente.

«Attiverò un metodo di lavoro con una attenta e continua sorveglianza congiunta dei lavori con tutti gli enti istituzionalmente competenti e i portatori di interesse, definendo preventivamente tratto per tratto e giorno per giorno le modalità di intervento sulle opere previste. Sono certo che potremo alla fine dei lavori avere un esempio positivo da raccontare orgogliosi e che, permettetemelo, Ersaf forte dei numerosi progetti positivamente realizzati, uscirà da questa esperienza volendo, ancora una volta, imparare e migliorare dai propri errori» ha concluso Ornaghi.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val di Mello, Ersaf si scusa per la costruzione della scogliera: verrà abbattuta

SondrioToday è in caricamento