Martedì, 28 Settembre 2021
Attualità Val Masino

Scogliera in Val di Mello, il Movimento 5 Stelle chiede spiegazioni alla Regione

Il capogruppo del M5S in Regione Lombardia, Massimo De Rosa, ha presentato un’interrogazione sul progetto “Valley for all - Val di Mello alla portata di tutti”: «Ennesimo progetto calato dall’alto, non condiviso da chi vive, rispetta e tutela questo incantevole scorcio lombardo»

Si torna a parlare della Val di Mello, questa volta per mano del Movimento 5 Stelle. Dopo la realizzazione della tanto discussa scogliera in località Cascina Piana con il conseguente blocco dei lavori da parte della Soprintendenza, ecco arrivare la richiesta di delucidazioni da parte dei grillini alla Regione, nonostante l’ammissione dell’errore da parte di Ersaf e le dimissioni del direttore della Riserva Naturale, nonché direttore dei lavori contestati, Italo Buzzetti.

“Cosa sta succedendo in Val Masino?” Lo domanda Massimo De Rosa, capogruppo del Movimento Cinque Stelle in Regione Lombardia, alla giunta regionale con un’interrogazione sul progetto: “Valley for all - Val di Mello alla portata di tutti” (Committente: Regione Lombardia, progettista: ERSAF): «Si tratta dell’ennesimo progetto calato dall’alto, non condiviso da chi vive, rispetta e tutela questo incantevole scorcio di Lombardia».

Il consigliere regionale spiega: «E’ un progetto le cui criticità non solo sono state evidenziate dalle associazioni, ma si sono manifestate anche nella decisione della Soprintendenza di bloccare il proseguo dei lavori, rilevando irregolarità riconducibili ad un errore compiuto dal direttore lavori, il quale ha rassegnato le dimissioni. Un errore che portato della necessità di ripristinare lo stato di fatto precedente ai lavori».

«Ho interrogato Regione Lombardia, in qualità di committente del progetto, per conoscere nel dettaglio quali siano le irregolarità rilevate dalla Soprintendenza e quanto sia costato ai cittadini il ripristino dell’area conseguente al blocco dei lavori. In relazione a quanto accaduto vogliamo sapere quali misure Regione ha preso affinché una situazione del genere non si ripeta, ma soprattutto ho chiesto se, alla luce dei fatti, non sia opportuno sospendere o rivedere il progetto in funzione di scelte condivise con chi da anni preserva questo meraviglioso territorio. Scelte che siano meno impattanti su di un patrimonio naturale di assoluto e riconosciuto valore» conclude De Rosa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scogliera in Val di Mello, il Movimento 5 Stelle chiede spiegazioni alla Regione

SondrioToday è in caricamento