rotate-mobile
Sviluppo condiviso / Val Masino

Riserva della Val di Mello: al via i gruppi di lavoro per coinvolgere i cittadini nella gestione

Obiettivi principali sono la fruizione e il rilancio dell'economia della valle sempre in un'ottica sostenibile

Sono iniziati ieri i gruppi di lavoro per il coinvolgimento di cittadini, residenti, proprietari di case e operatori della Val di Mello, a cura di Parco Nord Milano al quale il Comune di Val Masino ha affidato l’incarico di coordinamento e di direzione delle attività tecnico-scientifiche della Riserva Naturale. Obiettivo del progetto è garantire la fruizione sostenibile della Riserva attraverso la cura e la valorizzazione degli ecosistemi naturali che subiscono una forte pressione turistica da parte di visitatori, spesso inconsapevoli, disinformati e con stili di vita poco rispettosi del contesto naturale, e al contempo rilanciare l’economia sostenibile della valle.

I gruppi di lavoro

A seguito di una prima analisi preliminare, sono stati individuati tre gruppi di lavoro che si troveranno periodicamente nei prossimi mesi con l’obiettivo di produrre dei documenti gestionali in vista della prossima stagione estiva.

Il primo gruppo si occuperà di redigere un Regolamento d’uso della Riserva, come previsto da Regione Lombardia che ha approvato il Piano di Gestione della riserva nel 2016. Il regolamento è necessario per poter definire con chiarezza i comportamenti consentiti, e quelli vietati, all’interno della Riserva e le relative sanzioni amministrative.

Il secondo gruppo si concentrerà sulla regolamentazione degli accessi nella valle, e sui costi e benefici che il turismo di massa porta nei week end: attualmente infatti non vi è una registrazione di chi entra nella Riserva, come avviene ormai in numerose riserve naturali italiane, e quindi non si hanno dati sugli effettivi flussi di visitatori.

Il terzo gruppo ha invece il compito di stilare un piano della comunicazione, in modo da aprire e mantenere canali efficaci con i residenti, i portatori di interesse e i visitatori, in collaborazione con il Consorzio turistico di Val Masino.

I tre gruppi lavoreranno autonomamente e produrranno tre documenti che verranno presentati in primavera all’amministrazione comunale e a tutta la cittadinanza.

Val di Mello-1-2

Fruizione sostenibile

“Abbiamo iniziato a costruire una relazione positiva con tutti i portatori di interesse mettendo in rete i territori e le competenze locali. Affrontiamo oggi una sfida ancora maggiore perché questo periodo pandemico ha portato i cittadini alla riscoperta delle aree naturali e all’importanza che hanno per il proprio benessere - commenta Marzio Marzorati, presidente di Parco Nord Milano - Vogliamo però cambiare le modalità di fruizione che devono essere sostenibili sia per l’ambiente che per gli stakeholder locali. Occorre ampliare le forme di tutela del patrimonio naturale perché oltre a rappresentare un vantaggio ecologico possano anche rispondere alle esigenze economiche locali e rendere le attività turistiche sostenibili nel tempo”.

All’incontro di avvio ha partecipato anche il sindaco di Val Masino Simone Songini: “La numerosa presenza a questo primo incontro - sottolinea il primo cittadino - ci ha confermato l'interesse di residenti, operatori e proprietari che, come tutti noi, vogliono migliorare la fruizione della Val di Mello. Il percorso partecipativo definito con Parco Nord Milano consentirà di costruire proposte condivise rappresentative delle diverse sensibilità e degli interessi delle categorie coinvolte. La Val di Mello è il nostro vanto e abbiamo il dovere di tutelarla e proteggerla, regolamentando la fruizione, ma è anche una risorsa da valorizzare in chiave turistica a vantaggio dello sviluppo della Val Masino”.

Val di Mello-2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riserva della Val di Mello: al via i gruppi di lavoro per coinvolgere i cittadini nella gestione

SondrioToday è in caricamento