Attualità San Giacomo Filippo

Via le reti paramassi sopra il Santuario di Gallivaggio: ecco quando

Fissata la data per la rimozione delle protezioni. Interverrà anche l'Esercito

Martedì 28 novembre, dopo oltre 5 anni, saranno rimosse le reti paramassi poste a protezione del Santuario di Gallivaggio. È quanto deciso della riunione operativa tenutasi in prefettura e presieduta dal prefetto Roberto Bolognesi nella giornata di lunedì 20 novembre. All’incontro erano presenti i rappresentanti del Comune di San Giacomo Filippo, di Campodolcino e Madesimo, della Comunità Montana della Valchiavenna, i vertici delle Forze di Polizia territoriali e del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, nonché i rappresentanti di ANAS, AREU 118, Croce Rossa Italiana, dell’Agenzia per il Trasporto Pubblico Locale e di Terna. Ad operare

"La presenza di tutte le Autorità coinvolte - fanno sapere dalla prefettura - si è resa necessaria allo scopo di definire gli aspetti di dettaglio dell’operazione, ai fini della sua miglior riuscita, tra i quali l’adozione di specifici provvedimenti come: il divieto di sorvolo della zona delle operazioni; la sospensione della circolazione stradale sulla SS36 del “Lago di Como e dello Spluga” dal Km 125+900 al Km 127+350 nel territorio del Comune di San Giacomo Filippo, dalle ore 13 alle ore 16 del giorno 28 novembre 2023 e la soppressione delle corse automobilistiche del Trasporto Pubblico Locale extraurbano della linea A4 Chiavenna - Madesimo, nello specifico la n. 944 Madesimo – Chiavenna ore 13.40 - 14.40 e la n. 945 Chiavenna – Madesimo ore 14.40 -15.40 saranno soppresse. Il servizio riprenderà regolarmente alle 16.40".

frana Gallivaggio-4

Inoltre saranno assicurati i servizi di soccorso di emergenza attraverso adeguate predisposizioni a cura di AREU 118 e del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco; mentre opportune misure saranno implementate da Terna per garantire la fornitura di energia elettrica. Le attività funzionali alla rimozione simultanea e coordinata delle reti paramassi dovrebbero durare una giornata di lavoro. "Si presume che possano concludersi intorno alle ore 16, salvo evenienze. L’operazione, caratterizzata da elevati livelli di complessità derivanti dal quadro orografico di alta montagna implicante l’impiego di elicotteri e dalla necessità di evitare inneschi franosi collaterali alle esplosioni, è funzionale alla realizzazione di un contesto di completa salvaguardia dell’abitato di San Giacomo Filippo e del Santuario della Madonna di Gallivaggio, per il quale recentemente sono stati stanziati i fondi necessari al restauro. Il giorno dell’intervento sarà altresì attivato un centro di raccordo operativo, con la partecipazione di tutti gli Enti ed organismi interessati", concludono dalla prefettura. Ad intervenire anche l'Esercito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le reti paramassi sopra il Santuario di Gallivaggio: ecco quando
SondrioToday è in caricamento