rotate-mobile
la scelta

Livigno, il Comune in aiuto di alberghi, ristoranti, bar e maestri di sci

Stanziati 150mila euro di ristori sulle imposte per la pubblicità dopo le chiusure dell'inverno scorso. Buone le premesse della nuova stagione

Un aiuto concreto per gli operatori turistici e le loro famiglie dopo le chiusure generalizzate della stagione invernale 2020/2021. È quanto stabilito nei giorni scorsi dalla Giunta di Livigno con l'appostamento a bilancio di 150mila euro per rimborsare gli esercenti livignaschi della cosiddette ICP, l'imposta comunale sulla pubblicità.

Un contributo compensativo, offerto a ristoro di quanto versato nell'anno 2021, che verrà garantito al 100% ad alberghi, ristoranti, bar e scuole di sci e all'85% a tutte le altre categorie. "Questo rimborso è una delle prime azioni concrete della nuova Amministrazione - ha commentato il sindaco del Piccolo Tibet, Remo Galli, in carica da un paio di mesi - Un segnale importante per sostenere il tessuto economico livignasco fortemente colpito dalle chiusure dello scorso anno".

Inizio di stagione

Intanto la nuova stagione invernale è gia partita a Livigno. "Le premesse sono molto buone. In una settimana abbiamo avuto più di 3mila presenze. Speriamo di poter proseguire allo stesso modo. Dal canto nostro ci stiamo impegnando a monitorare la situazione, sia nei controlli dei green pass sia nella campagna vaccinale. Vogliamo dare un segnale di sicurezza ai turisti ma anche a tutti i residenti" ha concluso il primo cittadino.

Qui il modulo per richiedere il rimborso

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livigno, il Comune in aiuto di alberghi, ristoranti, bar e maestri di sci

SondrioToday è in caricamento