rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
la novità

Riforma sanitaria, case e ospedali di comunità: dove saranno in provincia di Sondrio

Individuate le strutture dove istituire i nuovi luoghi della sanità. Oltre ai grandi centri coinvolti anche Berbenno di Valtellina, Chiesa in Valmalenco e Tresenda (Teglio)

Dopo l'approvazione della riforma sanitaria, la Giunta regionale della Lombardia ha individuato i terreni e gli immobili - di proprietà del servizio socio-sanitario regionale o di Enti locali - da destinare alla realizzazione di case di comunità (218), ospedali di comunità (71) e centrali operative territoriali (101).

Se a livello generale le strutture sono distribuite in modo omogeneo, con una casa di comunità ogni 50 mila abitanti e un ospedale di comunità ogni 150 mila abitanti, in provincia di Sondrio, come nelle altre zone difficilmente raggiungibili in Lombardia, sono stati previsti standard di popolazione ancora più bassi.

"La nuova organizzazione della rete, così come previsto dalla riforma, alla quale il provvedimento dà attuazione, ha la funzione di avvicinare il cittadino alle cure primarie e ai servizi socio-assistenziali, e collegarlo facilmente, in base alle necessità, direttamente con la rete ospedaliera. Allo stesso tempo, la casa di comunità si propone anche come luogo di relazione e attenzione a tutte le necessità di vita della persona e della comunità" si legge in una nota regionale.

Provincia di Sondrio

All'interno del territorio di Ats della Montagna che, oltre alla Valtellina e alla Valchiavenna, comprende anche l'Alto Lario e l'Alta Valle Camonica, verranno istituiti 18 case di comunità, 7 ospedali di comunità e 2 centrali operative territoriali. A Sondrio la centrale operativa territoriale sarà presso l'ospedale, così come la casa di comunità. L'ospedale di comunità sarà invece istituito presso il Moncucco, nell'area che fu del vecchio ospedale psichiatrico, inserito nel più ampio progetto "Monte Salute" che prevede la creazione di un polo sociosanitario, scolastico e di cohousing.

La grande novità è, al di fuori dei cinque centri capomandamento (oltre che Livigno), l'individuazione di Berbenno di Valtellina, Chiesa in Valmalenco e Tresenda (frazione sul fondo valle di Teglio) come sedi per l'istituzione di tre casa di comunità.

n-2

Le parole di Letizia Moratti

"Si conferma così - spiega Letizia Moratti - la graduale e progressiva attivazione dei servizi di almeno due case di comunità e di un ospedale di comunità in ciascuna delle Ats lombarde a partire dal 31 dicembre 2021. Tutto ciò tenendo presente che il quadro programmatorio potrebbe subire modifiche a seguito della definizione delle effettive disponibilità economiche derivanti dal Pnrr".

L'atto di Giunta ha dato inoltre mandato alla Direzione generale Welfare di definire i modelli organizzativi delle tre strutture, in coerenza anche con i riferimenti e le indicazioni nazionali. Ecco la distribuzione di case di comunità (CdC), ospedali di comunità (OdC) e centrali operative territoriali (Cot) sui territori di competenza delle otto Ats lombarde:

  • Montagna: 18 CdC, 7 OdC e 2 Cot;
  • Città Metropolitana di Milano: 71 CdC, 23 OdC e 36 Cot;
  • Bergamo: 20 CdC, 6 OdC e 12 Cot;
  • Brescia: 26 CdC, 7 OdC e 12 Cot;
  • Brianza: 26 CdC, 7 OdC e 11 Cot;
  • Insubria: 31 CdC, 8 OdC e 14 Cot; 
  • Pavia: 11 CdC, 4 OdC e 5 Cot;
  • Val Padana: 15 CdC, 9 OdC e 9 Cot;

DELIBERA-CDC-ODC-COT_15.12.2021-ok-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforma sanitaria, case e ospedali di comunità: dove saranno in provincia di Sondrio

SondrioToday è in caricamento