rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Attualità Sondalo

I sindaci contro Letizia Moratti: "Melazzini al Morelli è merito nostro"

La replica all'ex vicepresidente di Regione Lombardia dei primi cittadini dell'Alta Valle: "La nomina di Melazzini l'abbiamo voluta noi insieme al presidente Fontana e all'assessore Sertori"

L'ospedale "Eugenio Morelli" di Sondalo non smette di far discutere. Dopo le parole pronunciate dall'ex assessore regionale al Welfare, Letizia Moratti, a proposito della nomina di Mario Melazzini come 'supermanager' del presidio ospedaliero sondalino, ecco che sono i sindaci del Bormiese a fare chiarezza, spiegando, dal loro punto di vista, come siano realmente andate le cose.

"Quando sono arrivata in Alta Valtellina c'era una situazione di grande criticità e difficoltà. Piano piano siamo riusciti a minimizzare le criticità e, da ultimo, ho voluto la nomina del direttore Melazzini come direttore del 'Morelli'. So che la nomina è stata molto apprezzata, per me resta un punto fermo, non solo per il mantenimento del presidio ospedaliero, ma anche per il suo rilancio" ha dichiarato Letizia Moratti in occasione del suo tour elettorale a Sondrio.

Secca la risposta dei primi cittadini. "Apprendiamo dalla stampa la dichiarazione della candidata presidente di Regione Lombardia, Letizia Moratti, che afferma che la scelta del dottor Melazzini, dal 1 dicembre scorso direttore del presidio 'Morelli', sia stata frutto di una sua scelta. Senza entrare nelle dinamiche elettorali, spiace constatare come la sanità ed in particolare la situazione del Morelli venga strumentalizza a fini politici", hanno dichiarato senza troppi giri di parole. 

Le cose sono andate diversamente ed i sindaci le spiegano con chiarezza. "Ricordiamo che la Moratti, durante i suoi incontri in Provincia di Sondrio, non abbia mai fatto visita all’ospedale 'Morelli'. L’iter che ha portato alla nomina del dirigente Melazzini è da ascrivere alla volontà di noi sindaci dell’Alta Valle, unitamente a quella del presidente Fontana, dell’assessore Massimo Sertori e alla popolazione tutta dell’Alta Valtellina che ha portato avanti questa battaglia al fianco dei primi cittadini".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindaci contro Letizia Moratti: "Melazzini al Morelli è merito nostro"

SondrioToday è in caricamento