Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità Val Masino

Val di Mello, lanciata una raccolta fondi per le spese legali contro Ersaf

Il Movimento di Tutela della Val di Mello: «L’iniziativa nasce dalla necessità attuale e concreta di coinvolgere direttamente un team di legali e altri tecnici in grado di intervenire e contrastare i danni sinora causati da una gestione incapace ed insensibile alla bellezza del paesaggio della Riserva»

La difesa e la tutela della Val di Mello sono questioni che partano dal "basso". Dopo la raccolta firme lanciata un paio di anni fa, sottoscritta ad oggi da quasi 65mila persone, contro gli interventi ipotizzati da Ersaf per permettere il transito alle persone con difficoltà motoria sulla sponda orografica sinistra della valle retica, ecco che oggi, dopo la realizzazione dei primi interventi, il Movimento di Tutela della Val di Mello ha deciso di lanciare una raccolta fondi

«Cari amici della Val di Mello, alla luce degli innumerevoli attentati perpetrati negli anni ai danni della Riserva Naturale, abbiamo deciso di lanciare una raccolta pubblica di fondi destinati a sostenere ogni attività a tutela e salvaguardia delle sue bellezze. In particolare, la raccolta è diretta a coloro che amano la Val di Mello e vorrebbero vedere questo luogo magico tutelato e protetto per la gioia dei loro occhi e dei loro figli» si legge nel messaggio che accompagna il lancio della raccolta.

La polemica della scogliera (che verrà abbattuta)

«L’iniziativa nasce dalla necessità attuale e concreta di coinvolgere direttamente un team di legali e altri tecnici in grado di intervenire e contrastare i danni sinora causati da una gestione incapace ed insensibile alla bellezza del paesaggio della Riserva. Ma non è finita qui. L’idea alla base di questa raccolta fondi rappresenta un progetto di più ampio respiro, che guarda al futuro e vede l’istituzione e il mantenimento di un ente a tutela del paesaggio e dell’integrità della Riserva della Val di Mello, preposto alla sorveglianza dei luoghi, con l’auspicio che venga un giorno coinvolto direttamente anche nella gestione della stessa. Se infatti l’esperienza insegna che in ogni decade compare un antagonista della Riserva che minaccia di depredarla e deturparla, occorre allora erigere delle mura forti che la proteggano nel tempo» hanno spiegato i promotori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val di Mello, lanciata una raccolta fondi per le spese legali contro Ersaf

SondrioToday è in caricamento