rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
la classifica

Qualità della vita 2021, Sondrio al 29° posto in Italia

Sei passi indietro rispetto ad un anno fa per Valtellina e Valchiavenna nella classifica del Sole 24 Ore

Un anno non troppo positivo per la provincia di Sondrio secondo l'annuale report sulla "Qualità della vita nelle province italiane", pubblicata oggi, lunedì 13 dicembre 2021, dal 'Sole 24 Ore'. La provincia valtellinese si è infatti classificata al 29esimo posto perdendo sei posizioni rispetto al 2020. Un risultato in negativo in controtendenza rispetto al resto delle province lombarde, tutte in grado di scalare la classifica annuale, seppur Sondrio si piazzi comunque al sesto posto in Lombardia.

Trieste è prima, mentre Milano figura sul secondo gradino del podio nella classifica pubblicata dal quotidiano economico. Roma sale dal 32° al 13° posto, Firenze dal 27° all’11°. Bari (71ª) guadagna una posizione mentre Napoli (90ª) ne guadagna due. In controtendenza, invece, Cagliari, Torino, Genova e Catania che perdono tutte posizioni rispetto al 2020.  

I risultati della provincia di Sondrio

L'indicatore in cui la provincia di Sondrio consegue il migliore piazzamento è quello relativo alle denunce effettuate per furti d'auto (indice standardizzato ogni 100 abitanti). Se la media nazionale si attesta a quota 153.8, Valtellina e Valchiavenna hanno fatto registrare soltanto 5 denunce ogni 100mila abitanti. Un ottimo risultato che permette di raggiungere la vetta della specifica classifica. 

Differentemente, la permance peggiore è raggiunta da Sondrio nella percentuale di persone con finanziamenti attivi. L'indice, costruito in percentuale sul totale dei maggiorenni residenti, vede Sondrio classificarsi terzultima tra le province italiane con un misero 0,3 rispetto al 20,8 di media nazionale. Un dato "rumoroso" se si considera l'alta densità di istituti di credito in Valtellina.

Qualita-della-vita-Il-Sole-24-ORE-2

Parametri

Anche quest'anno l'indagine della Qualità della vita del Sole 24 Ore prende in esame 90 indicatori, suddivisi nelle tradizionali sei macro-categorie tematiche (ciascuna composta da 15 indicatori) che accompagnano l'indagine dal 1990:

  1. ricchezza e consumi;
  2. affari e lavoro;
  3. ambiente e servizi;
  4. demografia e salute;
  5. giustizia e sicurezza;
  6. cultura e tempo libero.

Il punteggio da mille a zero

Per ciascuno dei 90 indicatori, mille punti vengono dati alla provincia con il valore migliore e zero punti a quella con il peggiore. Il punteggio per le altre province si distribuisce in funzione della distanza rispetto agli estremi (1000 e 0). In seguito, per ciascuna delle sei macro-categorie di settore, si individua una graduatoria determinata dal punteggio medio riportato nei 15 indicatori, ciascuno pesato in modo uguale all'altro (1/90). Infine, la classifica finale è costruita in base alla media aritmetica semplice delle sei graduatorie di settore.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita 2021, Sondrio al 29° posto in Italia

SondrioToday è in caricamento