Olimpiadi 2026, i sindaci dell'Alta Valle disertano l'incontro con la Regione: prosegue la protesta per il Morelli

Dai primi cittadini mantenuta la promessa di non interloquire finché non si farà chiarezza sul futuro dell'ospedale di Sondalo

Attilio Fontana in video conferenza (immagine d'archivio)

I sei sindaci dell'Alta Valle non hanno preso parte all'incontro istituzionale, tenutosi nella giornata di mercoledì 11 novembre 2020 in videoconferenza, convocato da Regione Lombardia, avente ad oggetto le opere legate alle Olimpiadi invernali del 2026. 

Dimostrando grande coerenza e unitarietà di comportamento, i primi cittadini del Bormiese hanno disertato l'incontro mantenendo fede a quanto comunicato ai vertici di Regione Lombardia lo scorso 3 novembre (leggi qui), la volontà, cioè, di interrompere ogni tipo di interlocuzione con la Regione stessa, fintanto che non darà risposte chiare e definitive sulle sorti dell'Ospedale Morelli, adottando gli atti formali e ufficiali necessari in tal senso. 

«Auspichiamo tutti che Regione Lombardia, stante la situazione di incertezza che permane ormai da troppi mesi, possa rivedere al più presto la sua posizione e garantire al Morelli un ruolo degno di nota non solo durante l'emergenza Covid» hanno commentato i sindaci dell'Alta Valle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Violenza e minacce contro la fidanzata: denunciato 25enne

  • Sondrio, dà fuoco al palazzo comunale: preso grazie ad un cittadino coraggioso

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

Torna su
SondrioToday è in caricamento