menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ardenno: concluso il corso sostenuto dal Comune sul Primo soccorso

Soddisfatto il Sindaco, Laura Bonat: «I cittadini, grazie anche alla disponibilità di attrezzature come gli apparecchi di defibrillazione, possono essere soggetti sempre più attivi nell’affrontare situazioni di emergenza che talvolta sono di gravità assoluta»

Si è concluso con l’acquisto e il posizionamento di due defibrillatori e con il corso per l’abilitazione al loro utilizzo tenutosi il 15 giugno in Sala Consiliare il “Progetto Sicurezza” ideato dall’Amministrazione Comunale di Ardenno per promuovere l’apprendimento delle fondamentali tecniche di primo soccorso.

Il progetto ha avuto inizio nel mese di marzo con un incontro dedicato alle manovre di disostruzione pediatrica e al sonno sicuro dei bambini, per proseguire con due successivi appuntamenti incentrati sulla divulgazione delle tecniche di primo soccorso e sulla gestione delle varie emergenze sanitarie. La proposta del Comune ha riscosso un considerevole interesse; in particolare, all’incontro per il conseguimento dell’abilitazione all’uso del defibrillatore hanno partecipato ben 18 persone.

I costi sono stati interamente sostenuti dal Comune di Ardenno, nella convinzione dell’importanza della divulgazione delle tecniche e degli strumenti più aggiornati in materia di pronto soccorso. La realizzazione del programma è stata resa possibile dalla collaborazione con il Comitato di Morbegno della Croce Rossa Italiana che ha messo a disposizione le competenze dei suoi esperti.

Nel commentare gli esiti dell’iniziativa, il Sindaco Laura Bonat ha dichiarato «ritengo che con questo progetto si sia data risposta ad un’esigenza molto importante. I cittadini, grazie anche alla disponibilità di attrezzature come gli apparecchi di defibrillazione, possono essere soggetti sempre più attivi nell’affrontare situazioni di emergenza che talvolta sono di gravità assoluta. Sono quindi molto lieta che nel nostro Comune siano oggi disponibili – oltre a due nuovi apparecchi defibrillatori, di cui uno al campo sportivo e l’altro posizionato all’aperto nell’androne del municipio – anche una piccola schiera di cittadini capaci di intervenire con efficacia in caso di necessità. Mi auguro che questo gruppo possa gradualmente incrementarsi nel numero. Da ultimo, desidero ringraziare il Comitato di Morbegno della Croce Rossa Italiana il cui supporto è stato oltremodo prezioso ed apprezzato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Val di Mello, dopo due anni iniziati i lavori per il sentiero per disabili

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento