Attualità

Il progetto educativo 'Ragazzi on the Road' sbarca a Chiavenna

Scelto dal comune della Città della Mera, unitamente alla Comunità Montana con il patrocinio della Diocesi di Como, nel contesto della beatificazione di Suor Laura Mainetti, per sensibilizzare i giovani al senso di legalità, responsabilità e cittadinanza

Prenderà il via il 5 giugno, a Chiavenna, il progetto educativo "On The Road" scelto e promosso dal Comune di Chiavenna e dalla Comunità Montana della Valchiavenna unitamente all’associazione socioeducativa Ragazzi On The Road. L'iniziativa - unica in Italia - si innesta nel contesto della Val Chiavenna in occasione del rito di Beatificazione di Suor Maria Laura Mainetti, per comunicare un messaggio significativo in particolare ai più giovani. Saranno loro, infatti, i protagonisti dell'esperienza #ontheroad che avrà luogo nel corso dei primi tre weekend del mese di giugno.

L'auspicio è che, attraverso tale progetto, possa sbocciare un fiore di speranza e di rinnovato impegno sociale ed educativo da una storia così terribile come quella di Suor Maria Laura sensibilizzando i giovani al senso di legalità, responsabilità e cittadinanza. I partecipanti al progetto vivranno un vero e proprio "schianto" con la realtà: una serie di esperienze dirette, vissute sul campo nei panni delle istituzioni, della Polizia Locale e degli operatori di soccorso, prevenzione e pronto intervento. È importante, per l’associazione, coinvolgere i giovani, soprattutto nell'età della patente, per renderli ancora più consapevoli dei rischi che corrono sulla strada (e non solo).

Com'è avvenuto con successo con gli oltre 700 protagonisti del format educativo - nato 14 anni fa in Valle Seriana (BG) - che al termine dell'esperienza si sono dichiarati infatti "cambiati" e "maturati" dopo aver affiancato Polizia Locale, Forze dell'Ordine e di Pronto intervento del Numero Unico d'Emergenza 112, di cui l'Associazione Ragazzi On The Road è testimonial: alcuni di questi giovani #ragazziontheroad sono diventati carabiniere, agente di polizia, medico, soccorritore e c’è chi, a distanza di anni, continua ad impegnarsi nello staff dell’associazione. L’iniziativa è stata sperimentata nell’inverno 2019 e ripetuta con successo l’estate scorsa, nonostante la pandemia, anche a Livigno: Comune apripista del progetto educativo in provincia di Sondrio ed ora, appunto, sbarca a Chiavenna.

Aperte le candidature per un'esperienza "che ti cambia e salva la vita"

Il progetto proposto dal Comune di Chiavennna e della Comunità Montana della Valchiavenna, che vede anche il patrocinio della Diocesi di Como, è rivolto a ragazzi/e volontari, che avranno l'opportunità di calarsi nei panni della Polizia Locale e delle istituzioni preposte alla prevenzione e sicurezza. Il progetto avrà la durata di 8 giornate, con tali tempistiche: 5-6, 11-12-13 e 18-19-20 giugno. I giovani, dai 17 ai 20 anni, potranno presentare la propria manifestazione di interesse presso il Comune “capofila” di Chiavenna. (a seguito pubblicazione dell'avviso sul sito internet comunale).

I 5 partecipanti selezionati per prendere parte al progetto "On The Road", che sta espandendosi sempre più nella regione Lombardia nelle provincie di Bergamo, Brescia, Milano e Sondrio, saranno presentati nel corso di un momento istituzionale che si terrà sabato 5 giugno. Le attività intraprese dai protagonisti di questa prima edizione potranno essere seguite sul sito (www.ragazziontheroad.it) e sui profili social dell'associazione: Facebook "Ragazzi On The Road", Instagram "@ragazziontheroad" e sul canale YouTube "Ragazzi OnTheRoad". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il progetto educativo 'Ragazzi on the Road' sbarca a Chiavenna

SondrioToday è in caricamento