Attualità

Tutto pronto per l'Adunata degli Alpini di Milano

Presentata stamattina a Milano la rassegna numero 100 delle Penne Nere. Valtellina grande protagonista con un pensiero alle Olimpiadi del 2026

Milano e la Lombardia ospiteranno, da venerdì 10 a domenica 12 maggio, la 92esima Adunata Nazionale degli Alpini. L'evento, cui ha partecipato il presidente della Regione, è stato presentato oggi a Palazzo Lombardia dove è stato ricordato che quella del 2019 è anche l'Adunata del Centenario. 

Tra i presenti, insieme ai rappresentanti della Giunta regionale, il sindaco di Milano, il generale di Corpo d'Armata, Claudio Berto; il presidente dell'Associazione Nazionale Alpini,
Sebastiano Favero; il presidente della sezione milanese dell'Associazione Nazionale Alpini, Luigi Boffi e il presidente del Comitato Organizzatore dell'Adunata, Renato Genovese.

«La Regione Lombardia - ha detto il presidente - è al vostro fianco e farà di tutto per rendere questi giorni una grande festa. La dedizione per l'Italia e gli italiani caratterizza l'attività degli Alpini, sempre in prima linea nelle situazioni di bisogno. L'Adunata Nazionale sarà una manifestazione eccezionale che consentirà a tutti di conoscere il grande valore di questo corpo, la cui disponibilità e abnegazione a favore di chiunque ne abbia bisogno è da sempre costante e concreta». 

«Con gli Alpini - ha sottolineato - ho sempre avuto un rapporto speciale, mio papà aveva sul cappello una penna bianca di cui era orgogliosissimo e anche quando ero sindaco di Varese mi hanno sempre dato una mano nei momenti di bisogno».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La montagna - ha aggiunto - per Regione Lombardia ha un'importanza strategica. Si tratta di una grande risorsa da valorizzare e per questo ho voluto fin da subito nominare un assessore (il valtellinese Massimo Sertori, ndr) che si dedicasse a questo settore e che mettesse in campo politiche capaci di contrastare l'emigrazione verso i centri urbani evitando il conseguente spopolamento montano».

Sempre in tema di valorizzazione della montagna il governatore ha poi ricordato la candidatura di Milano-Cortina per i Giochi olimpici invernali del 2026. «Si tratta di una straordinaria occasione - ha concluso - per far conoscere al mondo le bellissime montagne della Lombardia e della Valtellina con Bormio e Livigno in prima linea. Un territorio unico con una vasta gamma di offerte sia a livello turistico che culturale e gastronomico».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per l'Adunata degli Alpini di Milano

SondrioToday è in caricamento