Giovedì, 17 Giugno 2021
Attualità

Sindacati preoccupati per la situazione nella casa di riposo di Morbegno

Preoccupa la riorganizzazione dei servizi di assistenza. La nota congiunta di Cgil, Cisl e Uil: «Più volte richiesto formalmente di ricevere il piano annunciato dal Cda, così da avere contezza dei suoi contenuti sia nel breve termine che in prospettiva»

La condizione dei lavoratori all'interno della casa di riposo di Morbegno preoccupa i sindacati. Superata la grave crisi sanitaria provocata dalla pandemia ancora in atto, nella quale decine di anziani ospiti della rsa morbegnese "Ambrosetti Parravicini" hanno perso la vita, da qualche settimana è stato riorganizzato il modello di gestione dell'attività ordinaria.

«Dopo un anno drammatico, dettato da chiusura delle strutture, impossibilità di nuovi ingressi di ospiti e enormi sacrifici richiesti al personale, il Cda della Rsa "Ambrosetti Paravicini" ha comunicato l’avvio di una riorganizzazione dei servizi di assistenza con l’obiettivo di ripristinare, quando possibile, nuovi nuclei di degenza, con l’introduzione di nuovo modello Organizzativo Assistenziale immediatamente operativo già dal mese di aprile: nuovo ricorso alla cassa integrazione per alcune figure (ad esclusione di personale infermieristico e assistenziale), turni spezzati per personale sanitario e socio sanitario, difficoltà o impossibilità, in alcuni casi, di pianificare e fruire di periodi di ferie. Una riorganizzazione che sta determinando legittime preoccupazioni, sia dal punto di vista assistenziale per gli ospiti, che dal punto di vista del personale. Abbiamo più volte richiesto formalmente di ricevere il piano annunciato dal Cda, così da avere contezza dei suoi contenuti sia nel breve termine che in prospettiva» si legge in una nota congiunta di Cgil, Cisl e Uil.

«A causa di una situazione finanziaria molto complessa e razionalizzazioni impattanti, cui discendono inevitabili ripercussioni sul clima aziendale e sul personale, già pesantemente affaticato dai periodi di emergenza vissuti, non possiamo che unirci al coro dei timori espressi. Il tutto, ribadiamo, dopo un anno di sacrifici, sforzi e dedizione incondizionata, con ulteriori e pesanti ricadute sul piano personale e organizzativo di chi opera all’interno di questa realtà. Condizioni, queste, che purtroppo hanno riguardato e riguardano la maggior parte delle strutture per anziani della nostra provincia» continua la nota.

La situazione del personale in carico alla Rsa di Morbegno con contratti a tempo determinato (circa 15 figure dell’area assistenziale), è precaria. «Non potendo confermare tutto il personale in scadenza, la struttura ha rinnovato l’impegno fiduciario di ricontattare chi non otterrà proroga o stabilizzazione, non appena si presenterà la possibilità di ripristinare i nuclei di degenza oggetto della fase di riorganizzazione. Ci auguriamo che questo trovi concreta risposta rispetto a quanto annunciato» hanno concluso i sindacati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindacati preoccupati per la situazione nella casa di riposo di Morbegno

SondrioToday è in caricamento