rotate-mobile
Attualità Samolaco

Manutenzione straordinaria "al millimetro", ora gli autobus rischiano la fiancata

Desta non poche perplessità l'intervento di riqualificazione del ponte di San Pietro a Samolaco

Sta suscitando non poca ironia il restyling del ponte di San Pietro a Samolaco, in Valchiavenna, lungo la provinciale Trivulzia. Riaperto, come previsto, pochi giorni prima di Natale si è subito reso protagonista di aspre critiche a causa delle ridotte dimensioni della carreggiata. Se anche prima degli interventi di manutenzione straordinaria il collegamento sopra il fiume Mera lo spazio di transito era limitato, tanto da esser regolamentato da un semaforo, ora la situazione è decisamente peggiorata.

Il passaggio alternato, regolato da segnaletica luminosa, resta, ma lo spazio di manovra si è alquanto ridotto. Ne sanno qualcosa gli autisti dei mezzi pesanti, costretti a prestare la massima attenzione per non rovinare le fiancate dei loro mezzi. Il tutto a discapito degli automobilisti, obbligati ad aspettare il passaggio della coda che necessariamente si crea dietro a camion e autobus, anche quando il semaforo dà luce verde.

Erano anni che le condizioni del ponte destavano preoccupazione. Prima (era il 2016) le autorità avevano limitato il limite di carico, poi avevano optato per il transito alternato, sia per evitare incidenti sia per scongiurare possibili cedimenti. Nel 2022 la Provincia si era convinta ad intervenire in maniera più sostanziale, stanziando 450mila euro per un manutenzione straordinaria considerata necessaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione straordinaria "al millimetro", ora gli autobus rischiano la fiancata

SondrioToday è in caricamento