Ponte in Valtellina celebra i 100 anni della professoressa Mietta Talanti

Laureata in Chimica all'Università di Firenze, iniziò la sua carriera di insegnante presso l'Istituto tecnico per Geometri di Sondrio, insegnando per ben 43 anni a diverse generazioni di studenti

La signora Maria Antonietta Talanti, vedova Vairetti, residente a Casacce, nel territorio comunale di Ponte in Valtellina, ha compiuto 100 anni. Ancora in ottima salute, dinamica e dal carattere forte, ha voluto celebrare il secolare compleanno organizzando personalmente una festa presso un rinomato ristorante della zona, accerchiata dagli amici più stretti e da alcuni ex alunni, alla presenza del sindaco Rino Vairetti, dell'ex sindaco Franco Biscotti e del parroco di Sazzo Don Samuele Fogliada.

Nata il due gennaio di cento anni fa a Castelnuovo Val di Cecina (Pisa), la Signora Mietta, di origini valtellinesi, da giovanissima si trasferì in valle presso la nonna materna. Laureata in Chimica all'Università di Firenze, iniziò la sua carriera di insegnante presso l'Istituto tecnico per Geometri di Sondrio, insegnando per ben 43 anni a diverse generazioni di studenti.

Le parole del sindaco

«Sono qui per portare i più sentiti e sinceri auguri da parte dell'amministrazione comunale e di tutto il paese» ha detto il Sindaco consegnando in dono alla signora Mietta una targa celebrativa, aggiungendo: «Alla dolcissima centenaria della nostra comunità, prezioso patrimonio di tradizioni, di valori culturali e civili che rappresentano per tutti i giovani e per tutti noi un modello di vita da seguire».

«Pensando ai suoi cento anni, carissima Mietta, provo emozione, perché lei ha attraversato le vicende tristi e felici di un secolo della nostra storia, e non si è certamente risparmiata: ha vissuto gli anni della seconda guerra mondiale conoscendone le brutture e le sofferenze, anni in cui erano richieste fatiche e sofferenze per vivere e crescere dignitosamente. È per noi tutti un esempio di vita, la sua “lunga giovinezza” è per la nostra comunità motivo di compiacimento che attesto con affetto» ha affermato Vairetti.

La signora Mietta ha intrattenuto gli invitati raccontando alcune barzellette, divertendo i commensali. È stata infinitamente contenta della sua festa, ha voluto ricordare in modo particolare le persone a lei più care: il dott. Robustelli, il dott. Libera, l'amico Prandi Mauro, l'amica Veronica di Brusio e l'impareggiabile amica-badante Leonida con cui vive quotidianamente nella sua casa in Frazione Carolo. Ha ripetutamente acceso e spento soffiando sulla sua candelina centenaria posta sulla torta a forma di numero 100, per permettere agli invitati di immortalare tale magico momento. L'ex alunno Giorgio Giumelli le ha donato uno splendido bouquet di fiori a forma di cuore e raffigurante il numero 100. Infine ha salutato tutti, con l'augurio di ritrovarsi a festeggiare nuovamente l'anno prossimo. Pierluigi Pozzi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovata senza vita nell'Adda la donna di Buglio in Monte scomparsa domenica

  • Sondrio in lutto per la morte di Stefania Barcio

  • Fusine, si cerca nell'Adda una 50enne scomparsa da casa

  • Covid, un nuovo focolaio nel reparto di Neurologia dell'ospedale di Sondrio

  • Tir carico di fieno prende fuoco in strada, attimi di panico sulla nuova SS38. Traffico deviato

  • Corruzione e truffa aggravata, nei guai ex primario del Morelli di Sondalo

Torna su
SondrioToday è in caricamento