rotate-mobile
Sabato, 10 Dicembre 2022
Via alle donazioni

Torna l'iniziativa di Natale di + Segni Positivi per aiutare chi ha bisogno

Sono stati realizzati 1700 vasetti de il "Ghiottobosco", un insaporitore aromatico, che potrà essere acquistato per raccogliere fondi per le famiglie in difficoltà che usufruiscono del servizio Emporion

Torna, per il settimo anno consecutivo l'iniziativa benefica natalizia del progetto "+ Segni Positivi": in vista di queste festività sono stati preparati 1700 vasetti de "Il Ghiottobosco", un insaporitore aromatico nato dall'unione di sette erbe e spezie comuni in provincia di Sondrio.

La raccolta fondi

Compilando il modulo presente sul sito natale.piusegnipositivi.org, oppure inviando una mail all'indirizzo natale@piusegnipositivi.org, è possibile ordinare i vasetti de Il Ghiottobosco o comunque effettuare una donazione completando il pagamento su uno dei due conti correnti indicati sul sito stesso. L'acquisto di un vasetto a 10 euro, corrisponde all'importo della spesa giornaliera a Emporion per un famiglia di due persone; l'acquisto di cinque vasetti (50 euro) equivale a una spesa settimanale per una famiglia di due persone; 10 vasetti all'importo di 100 euro garantiscono l'acquisto di una spesa settimanale per una famiglia di quattro persone; e, infine, una donazione equivalente a 400 euro (40 vasetti) equivale a una spesa mensile per una famiglia di quattro persone.

Insieme ai vasetti verrà consegnata la ricettache lo chef Giovanni Caracciolo, del ristorante Soltojo di Caiolo, ha preparato utilizzando proprio Il Ghiottobosco (è stato realizzato anche un video per illustrare i vari passaggi della ricetta stessa); per i donatori più generosi, inoltre, verrà garantita una borsa da shopping realizzata dall'associazione "Skartoria". "Ogni borsa è unica - ha spiegato Gabriella Bertazzini, volontaria del Centro servizi volontariato di Sondrio - e i ricami fatti a mano rappresentano quelli che, per le donne che le hanno realizzate, sono gli ingredienti fondamentali di una relazione".

Nel 2021 la campagna natalizia del progetto "+ Segni Positivi" ha permesso di raccogliere circa 30 mila euro che equivalgono alla spessa annuale che Emporion deve sostenere per i prodotti alimentari che non vengono donati al punto vendita solidale. Proprio nel 2021 sono stati distribuiti 1650 vasetti; con i 1700 di quest'anno si punta a incrementare ulteriormente la cifra raccolta.

La distribuzione dei vasetti de "Il Ghiottobosco" inizierà il prossimo 9 dicembre, mentre il 17 dicembre i partner dell'iniziativa saranno presenti ai mercatini natalizi di Sondrio.

I dati

Dal 2016 al 2021 il supermercato solidale Emporion è stato aperto 448 ore per un totale di 1063 ore di volontariato. Dal 2016 sono stati aiutate 1039 persone (di cui 500 minorenni) appartenenti a 316 nuclei familiari. Di questi 136 sono italiani e 180 stranieri per le rispettive percentuali del 43% e del 57%. A questi nel corso del 2022 (per cui non ci sono ancora i dati definitivi) si sono aggiunte anche otto famiglie in fuga dalla guerra in Ucraina.

Progetto consolidato

"Ancora una volta abbiamo pensato a un prodotto nuovo - ha sottolineato il direttore del consorzio Sol.Co. Massimo Bevilacqua - che ha anche un contenuto simbolico. L'unione di tutti gli attori che danno vita all'iniziativa e anche il mix dei sette ingredienti de Il Ghiottobosco sottolineano l'importanza dell'aspetto relazionale. Come diceva Aristotele, l'insieme è + della somma delle due parti".

"Un progetto importante, un'iniziativa sentita e fondamentale per il territorio", così la consigliere della Fondazione Pro Valtellina Lucia Foppoli ha definitivo la campagna, mentre lo chef Giovanni Caracciolo ha evidenziato come, con il suo contributo, abbia voluto ribadire ancora una volta che "la cucina può e deve veicolare anche messaggi importanti. Il ristorante Soltojo è una filosofia, che è quella di prendersi cura delle persone".

I partner pubblici

A sostenere la campagna di "+ Segni Positivi" sono anche tanti Comuni del territorio: "Si è realizzata una bella unione di forze - ha sottolineato il vice sindaco di Sondrio Lorenzo Grillo Della Berta - sia negli ingredienti del prodotto sia nei soggetti che partecipano alla campagna. Gli enti pubblici devono avere sempre più un ruolo di attivazione e di regia della comunità e con questo progetto stiamo cercando di farlo".

"Nella sua ripetizione - ha fatto eco il sindaco di Fusine Monica Taschetti - questo prodotto è diventato veicolo di relazione. Avere qualcosa di concreto fa passare un messaggio importante e rende l'aiuto più accettabile per le famiglie che ne hanno bisogno. Campagne come questa, infatti, ci consentono di avvicinarci a chi è in difficoltà senza istituzionalizzare troppo il loro bisogno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna l'iniziativa di Natale di + Segni Positivi per aiutare chi ha bisogno

SondrioToday è in caricamento