rotate-mobile
Seconda edizione / Albosaggia

Pile di legna, ad Albosaggia vince la creatività di Gherardi e Fortini

Grande entusiasmo per la seconda edizione del concorso 'Pile di legna'

C’era grande attesa per conoscere i risultati e la classifica della seconda edizione del concorso “Pile di legna”, nato lo scorso anno ad Albosaggia proprio sul finire della fase più acuta dell’emergenza Covid, ed abbinato all’ormai conosciutissimo festival letterario “Il paese delle storie”, giunto alla 12^ edizione ed in calendario come da tradizione l’ultimo fine settimana di maggio.

La premiazione, svoltasi mercoledì 29 giugno presso il Municipio di Albosaggia, ha riservato entusiasmo e soddisfazioni a tutti, certamente a coloro che hanno conquistato i primi tre posti, ma più in generale ad ogni partecipante e agli stessi promotori. Il primo premio é andato all’opera realizzata da Vito Gherardi ed Ercole Fortini, seconda piazza per gli Amici di Sant’Antonio e terza posizione per Contrada Pedrazzi; un premio speciale della giuria é stato attribuito alla 5^ CAT dell’ITS De Simoni di Sondrio per il lavoro svolto con Silvano Marsetti mentre a tutti é andato l’attestato di merito per la partecipazione.

Riconoscimenti a cui si sono aggiunti in particolare i complimenti e gli apprezzamenti del sindaco di Albosaggia, Graziano Murada e della Presidente della Fondazione Albosaggia, Ornella Forza ai quali l’occasione é sembrata propizia per ricordare l’inestimabile valore rappresentato dal grande impegno che l’intera collettività dimostra nei confronti dello sviluppo e della crescita del paese. Più di una ventina, anche questa volta, le realizzazioni create fra le vie e nelle contrade del paese a richiamare tutti i valori legati all’identità dei luoghi e delle comunità che qui vivono, a riprova del fatto che la grande kermesse dedicata ai libri, riserva ai partecipanti e al pubblico varie forme di narrazione ed espressione. Nato con l’obiettivo di coinvolgere famiglie, gruppi e singoli cittadini, ma anche cultori della storia locale, il concorso delle pile ha richiamato nuovamente l’attenzione dei visitatori giunti anche da fuori provincia per un mese intero, ai quali era affidato anche il compito di esprimere un voto valevole per la classifica finale.

pile di legna 1-2

Il comitato organizzatore, composto da Fondazione e Comune di Albosaggia oltre che da tutte le associazioni del paese, ha proceduto negli ultimi giorni con le valutazioni e gli approfondimenti affidati alla giuria per procedere con l’elaborazione della classifica finale. In particolare si é tenuto conto - per arrivare alla scelta e alla proclamazione dei vincitori - dei seguenti aspetti: complessità della struttura e armonia dell’inserimento, varietá dei materiali e originalità, esito del voto popolare. Ciò che é balzato agli occhi anche questa volta, é certamente l’interpretazione straordinaria che gli autori hanno saputo dare rispetto agli obiettivi dell’evento e del concorso, partecipando in modo concreto a quel processo di scoperta e riscoperta del territorio, delle sue bellezze storiche e delle sue radici, che é al centro di numerosi progetti ed iniziative strettamente intrecciati fra loro all’interno della realtá comunale ed anche in collaborazione con altri enti. A fare da filo conduttore, in particolare, la salvaguardia del patrimonio etnografico, con le rivisitazioni avviate proprio lo scorso anno in seno a “Il Paese delle Storie”, la valorizzazione della filiera boschiva e del turismo alpino, l’agricoltura d’alta quota e gli sport di montagna.

L’appuntamento con una nuova sfida fra cataste della legna é giá in calendario per il 27 e 28 maggio del 2023; nel frattempo, chi si fosse perso la possibilità di ammirare le meraviglia di quest’anno, é possibile accedere alla gallery fotografica pubblicata al seguente link: https://bit.ly/PILEdellaLEGNA2022

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pile di legna, ad Albosaggia vince la creatività di Gherardi e Fortini

SondrioToday è in caricamento