Presentato il nuovo Piano del Traffico di Sondrio, l'assessore Mazza: «Studio approfondito e risolutivo dei problemi»

Tra le tante novità pensate dall'Amministrazione la riqualificazione il centro storico e la revisione degli attraversamenti pedonali e degli incroci

Come anticipato nei giorni scorsi, il nuovo Piano Generale del Traffico Urbano prende forma e le proposte messe nero su bianco dalla società Meta di Monza sono state presentate mercoledì sera alla cittadinanza in un'assemblea pubblica al Policampus di Sondrio.

«Proposte – ha spiegato l'Assessore all'Urbanistica, Ambiente e Mobilità, Carlo Mazza – che sono frutto di uno studio molto approfondito. Non c'è niente di vincolante al momento, ma siamo convinti che la società Meta sia riuscita a disegnare un quadro della viabilità cittadina, e non solo, risolutivo dei problemi e delle criticità esistenti. Gli esperti hanno avuto modo di arrivare ad una visione molto più approfondita della città di quanto possiamo avere noi che la viviamo dall'interno, e tutte le ipotesi presentate sono state attentamente verificate, anche attraverso software dedicati».

Dopo una approfondita indagine sulla situazione della viabilità, condotta attraverso interviste, rilievi, misurazioni, si è quindi giunti alla fase di definizione delle strategie. Sono cinque gli obiettivi del Pgtu: valorizzare il centro storico, mettere il centro in rete, garantire l'accessibilità ampliando il centro, organizzare la rete stradale primaria e proteggere le zone residenziali e le frazioni.

nuovo piano traffico Sondrio-2

«L'inversione del senso di marcia di alcune vie non costituisce certamente una rivoluzione – ha proseguito Carlo Mazza -. Se vogliamo, di veramente innovativo, rispetto al tema, c'è il metodo adottato, che prevede un approccio complessivo al problema: infatti l'intervento anche su una sola via comporta effetti su tutto il sistema della viabilità cittadina. In ogni caso la definizione dei percorsi è solo lo strumento per ottenere un risultato».

Stop agli attraversamenti cittadini in centro

«In estrema sintesi – ha spiegato l'Assessore – gli obiettivi del nuovo Pgtu sono di togliere il traffico dalle vie in cui non dovrebbe esserci, anche perchè non possono supportarlo, e portare il flusso verso l'esterno della città su strade che sono adeguate per la loro conformazione. Vogliamo poi interrompere l'utilizzo delle vie del centro per l'attraversamento in direzione Est-Ovest ed Ovest-Est. E per farlo l'unico modo è pensare a sensi unici contrapposti».

C'è, poi, tanto altro. «Nello studio si punta sulla riqualificazione e la rivitalizzazione del centro storico – ha concluso l'Assessore Mazza -; a incentivare la mobilità dolce, e non solo attraverso la realizzazione di percorsi ciclopedonali ma anche mettendo in connessione quelli già esistenti; sulla sicurezza stradale, ad esempio con la revisione di attraversamenti pedonali, incroci, pensando all'introduzione di rotatorie, sistemando marciapiedi, segnaletica, illuminazione e passando a semafori intelligenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Fontana: «Con questi numeri la Lombardia sarà zona gialla dall'11 dicembre»

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Piantedo, giovani travolti da una piccola slavina sul Legnone: ora rischiano una multa

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

Torna su
SondrioToday è in caricamento