rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Residenti scontenti

"La passerella sulle Cassandre ha stravolto la nostra vita"

Gli abitanti della frazione Maioni hanno inviato una petizione al Comune di Sondrio chiedendo, soprattutto, che venga ripensato il sistema d'accesso alla nuova struttura

Mentre l'amministrazione comunale di Sondrio gongola per il grande accesso di turisti e visitatori sulla passerella sulle Cassandre, c'è chi invece storce il naso per questo notevole afflusso di persone. Si tratta degli abitanti della frazione Maioni che hanno inviato proprio a palazzo Pretorio una petizione lamentando il fatto che il nuovo ponte pedonale ha stravolto la loro vita e tranquillità.

In particolare, i cittadini sottolineano come andrebbe ripensato il sistema d'accesso alla passerella visto che è soprattutto quello a creare problemi e disagi ai residenti della frazione.

La petizione

"L'apertura (per ora solo nei giorni di sabato e domenica) della Passerella sulle Cassandre ha stravolto la vita finora tranquilla della frazione di Maioni. - questo il contenuto della missiva firmata dai residenti della frazione Maioni - Si chiede al Comune si farsi carico del profondo disagio provocato mediante la realizzazione di percorsi aggiuntivi, per mitigare caos e affollamento".

Le proposte

"Nella terrazza della piazzetta potrebbero essere predisposte aree di sosta per biciclette e ciclomotori così da incoraggiare il transito a piedi alla Passerella attraverso tale percorso, autorizzato nelle sole ore diurne, se non predisposta l'illuminazione notturna. - propongono i residenti - Tale soluzione darebbe un minimo di concretezza al divieto di circolazione delle biciclette sul percorso oggi esistente tra Maioni e Ponchiera, Passerella compresa, divieto che non viene rispettato praticamente da nessuno".

Ulteriore proposta avanzata nella petizione è quella della realizzazione di un percorso pedonale o ciclopedonale che dalla Passerella, scendendo in prossimità del bosco ad est e sud dell'abitato, vada a collegarsi al sentiero Gombaro-Maioni e al sentiero Maioni-San Bartolomeo.

Non è la prima volta che il nuovo ponte sulle Cassandre fa discutere: già due mesi fa, subito dopo la sua apertura il troppo traffico nella frazione aveva costretto il Comune di Sondrio a correre ai ripari apportando modifiche agli orari di apertura.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La passerella sulle Cassandre ha stravolto la nostra vita"

SondrioToday è in caricamento