Attualità Ponte in Valtellina

Il lupo sbrana le sue pecore, imprenditore costretto a scappare da Ponte in Valtellina

La video-denuncia di Arturo Gola, titolare dell'azienda agricola El Sit

Una situazione insostenibile quella che ha spinto l'allevatore e imprenditore Arturo Gola a lasciare Ponte in Valtellina e la Val Fontana, per la sicurezza sua, della sua famiglia e del suo gregge. Tutto questo mentre le istituzioni, sempre a dire di Gola, lo hanno abbandonato.

La denuncia è arrivata da un video condiviso sul gruppo Facebook "Sei di Ponte se" in cui Arturo Gola stesso racconta che in un mese i lupi hanno sbranato ben 40 pecore e che dunque l'allevatore, insieme alla sua famiglia e al suo gregge di 65 pecore è stato costretto letteralmente a fuggire a Triangia, in località Moroni.

Una soluzione che però, potrebbe non bastare, visto che lo stesso Gola nel video paventa la possibilità di chiudere, dopo otto anni, la sua attività, vendendo, suo malgrado, tutte le pecore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lupo sbrana le sue pecore, imprenditore costretto a scappare da Ponte in Valtellina

SondrioToday è in caricamento