rotate-mobile
Martedì, 4 Ottobre 2022
Vetrina televisiva

Le "salite da incubo" della Valchiavenna ancora protagoniste su Sky

In questi giorni è in onda una puntata del noto programma "Icarus" con protagonista l'ex ciclista professionista Patrick Martini

Il centro storico di Chiavenna, le cascate dell'Acquafraggia e la salita del Maloja, i crotti e i ristoranti tra Italia e Svizzera, le grandi salite e gli spettacolari paesaggi: la Valchiavenna ha molto da mostrare per catturare l'interesse del cicloturista e il Consorzio turistico da sempre punta sui video per promuovere l'offerta turistica. Quest’anno l’ha fatto in collaborazione con il vicino Bregaglia Engadin Turismo, ed insieme hanno scelto di promuovere un’altra grande salita: il Passo del Maloja.

Per questo in questa settimana è in onda, sui canali di Sky Sport e su Cielo la puntata di "Salite da incubo" registrata tra la Valchiavenna e la Val Bregaglia, condotta dall’ex ciclista professionista Patrick Martini ed accompagnato dalla Biatleta svizzera Irene Cadurisch.

La programmazione

La puntata dedicata al Passo del Maloja sarà in onda nei seguenti giorni e orari: 

Sky Sport Arena

Martedì 12 luglio ore 06.00 - 13.30

Mercoledì 13 luglio ore 07.30 - 19.30

Sabato 16 luglio ore 17.40 - 05.00

Domenica 17 luglio ore 14.00 - 01.30 - 05.30

Sky Sport Action

Mercoledì 13 luglio ore 15.30

Sky Sport Uno

Martedì 12 luglio ore 01.30

Cielo

Domenica 17 luglio ore 09.00.

maloja-2

Opportunità importante

"Nell'ambito della nostra attività, - spiega il direttore Filippo Pighetti - la promozione del territorio attraverso le grandi trasmissioni come Icarus, rappresenta un veicolo importante perché sono in grado di raggiungere pubblici diversi in ogni parte d'Italia e anche all'estero in alcuni casi. Le immagini sono particolarmente efficaci perché suscitano empatia e le bellezze della nostra valle hanno un notevole appeal, soprattutto per chi ama la montagna. Per questo motivo abbiamo deciso di ospitare una seconda puntata della trasmissione Salite da incubo. L'attività richiede impegno e programmazione, sia dal punto di vista organizzativo che economico, ma i risultati sono evidenti".

"Poter mostrare le grandi salite come il Passo del Maloja ai ciclisti di tutta Italia - ha fatto eco Eli Müller, direttrice di Bregaglia Engadin Turismo - è un’opportunità di promozione della destinazione Bregaglia a cui non potevamo rinunciare. Già ora moltissimi ciclisti pedalano i 35 km che dividono Chiavenna e il Passo del Maloja, affrontando 1500 metri di dislivello in un paesaggio alpino unico. Grazie alla stretta collaborazione con il Consorzio turistico Valchiavenna, che portiamo avanti ormai da anni, ci auguriamo di vedere ancora più ciclisti percorrere queste strade".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le "salite da incubo" della Valchiavenna ancora protagoniste su Sky

SondrioToday è in caricamento