Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

A fine giugno la passerella tra Ponchiera e Mossini sarà pronta: la soddisfazione del Comune di Sondrio

Il nuovo collegamento panoramico sopra il torrente Mallero «pensato a vantaggio dei residenti e per attirare turisti» prende forma. Le foto del cantiere

Entro la fine di giugno la costruzione della passerella che a Sondrio, sovrastando le Cassandre del torrente Mallero, collegherà le frazioni di Ponchiera e Mossini, sarà ultimata. L'opera, fortemente voluta dall'Amministrazione comunale guidata da Marco Scaramellini, fiore all'occhiello della campagna elettorale del 2018, è in fase di costruzione e si appresta a concretizzarsi. Lungo il soleggiato pomeriggio di giovedì 25 febbraio l'Amministrazione ha organizzato un sopralluogo con la stampa per fare il punto della situazione.

«La realizzazione della passerella è un tassello importante che fa parte di un disegno più ampio, mirato a "riposizionare" Sondrio nel settore turistico. Quest'opera, pensata  a vantaggio dei residenti e per attirare i turisti, vuole accelerare quel cambiamento già in atto in città - con l'opa in corso sul Credito Valtellinese e con la Popolare di Sondrio, rimasta l'unica banca in Italia a non essersi ancora trasformata in spa - che conduce ad una nuova economia, dove il turismo è centrale. Spero che possa esser una nuova prospettiva per i nostri giovani» ha commentato con soddisfazione il sindaco sondriese.

Nell'idea del Comune di Sondrio il nuovo ponte ciclopedonale, inserito nel contesto della Via dei Terrazzamenti, lungo l'imbocco della Valmalenco, sarà anche l'occasione per unire due versanti della città alta da sempre lontane e contrapposte, Ponchiera e Mossini, precisamente con la contrada di Maioni. Una nuova opportunità di scambio, oltre che di collegamento, che "sanerà" l'unica frattura che frastaglia le Alpi Retiche da Ardenno a Tirano.

Interessante l'utilizzo sportivo che si intende fare della nuova struttura panoramica. Come confermato dall'Amministrazione comunale sono già stati avviati alcune interlocuzioni con le guide alpine locali per realizzare dei percorsi in sicurezza nel canyon sottostante il ponte, dei percorsi alpinistici tracciati nelle forre del Mallero. Contestualmente i confronti con gli organizzatori della celebre corsa Wine Trail sono già in corso. La prossima edizione della corsa trail avrà certamente modo di passare sulla passerella. 

Il costo

L'opera congiuntamente finanziata da Regione Lombardia, Provincia di Sondrio e Fondazione Cariplo con 1,5 milioni di euro, sarà lunga 146 metri e larga 2,90, lacon una sospensione di quasi cento metri sopra il torrente Mallero. «È doveroso ringraziare gli enti e ai loro rappresentanti che hanno deciso di sostenerci economicamente in questo percorso, perché le belle idee da sole non bastano ed è fondamentale trovare il sostegno e i fondi necessari per trasformarle in realtà» ha aggiunto il primo cittadino Scaramellini. 

«È bello constatare come i lavori stiano procedendo secondo il programma stabilito. Non vediamo l'ora di inaugurare quest'opera e di metterla a disposizione dei cittadini e di chiunque vorrà fruirne. Siamo orgogliosi di aver affiancato l'Amministrazione comunale in questo progetto che farà da traino a Sondrio e all'intero comprensorio, valorizzando l'area dei terrazzamenti e i percorsi ciclopedonali» ha commentato Marco Dell'Acqua in rappresentanza di Fondazione Cariplo.

L'opera

L'opera è stata progettata dall'architetto sondriese Francesco Venzi, con Studio Moncecchi Associati, Maffeis Engineering, Seico, il geologo Maurizio Azzola e il geometra Christian Bassola sarà in stile ponte di Brooklyn. La struttura sarà sorretta da cavi parabolici, ancorati alle grandi antenne e posizionati al di sopra dell'impalcato metallico per tutto il suo sviluppo. Il parapetto, anch'esso metallico, sarà alto circa 1,80 metri per una maggiore sicurezza ma con un cono visivo per ammirare sia l'orizzonte che il torrente sottostante. La pavimentazione sarà in asfalto colato del tipo utilizzato per le piste ciclabili con alta resistenza al gelo e al disgelo, completamente riciclabile. La pendenza sarà attorno al 3%, visto il dislivello di 5 metri che separa i due punti di ancoraggio alla montagna (la salita sarà verso Ponchiera). L'illuminazione sarà garantita da due proiettori a led installati in cima ai due piloni, che faranno luce sul camminamento e segneranno il profilo della struttura. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Amministrazione comunale è già concentrata sulla fruizione della zona e sulle opere che si renderanno necessarie nella prospettiva di una maggiore affluenza, come ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici Andrea Massera: «Oltre alla sistemazione degli accessi alla passerella, su ambedue i versanti, già in parte eseguita, a Ponchiera abbiamo appena completato l'ampliamento del parcheggio nei pressi dell'edificio scolastico, mentre a Mossini realizzeremo altri posti auto. Abbiamo inoltre previsto un marciapiede per mettere in sicurezza la zona del Moncucco a salire verso Ponchiera: cerchiamo in questo modo di favorire il passaggio di pedoni e ciclisti completando i collegamenti tra i percorsi già esistenti».

Avviato lo scorso settembre, il cantiere, che vede impegnate la valtellinese Tmg Scavi di Berbenno, in associazione temporanea con la bresciana Cmm Rizzi di Vezza d'Oglio, è attivo contemporaneamente sui due versanti: ad oggi, ha spiegato l'architetto Francesco Venzi, progettista e direttore operativo per la parte architettonica, sono stati realizzati basamenti, fondazioni e attacchi per antenne e cavi stabilizzanti. Successivamente si procederà con le altre esecuzioni fino alla posa dell'impalcato, intorno alla metà di maggio, e dei parapetti per arrivare alla conclusione dei lavori a fine giugno.

Umarell digitali

I cittadini più curiosi possono già da oggi seguire le opere per la realizzazione del ponte attraverso il sito internet realizzato gratuitamente dalla società SLware che lo ha messo a disposizione del Comune. Oltre a presentare tutte le informazioni dettagliate sul progetto, grazie alla webcam installata consente di seguire in diretta, per l'intera giornata, i lavori. CLICCA QUI 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A fine giugno la passerella tra Ponchiera e Mossini sarà pronta: la soddisfazione del Comune di Sondrio

SondrioToday è in caricamento