menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comune di Tirano apre le aree gioco al Parco San Michele e in Piazza Unità d’Italia

Verrà eseguita la disinfezione giornaliera delle superfici e una supervisione periodica degli spazi, come richiesto dalle linee guida ministeriali.

A partire da oggi l'Amministrazione comunale ha previsto la riapertura graduale delle aree gioco di Tirano, che saranno accessibili con poche e semplici regole e con la responsabilità civica di tutti. Dopo gli interventi di manutenzione del parco e la pulizia approfondita, i giochi al Parco San Michele e in Piazza Unità d’Italia saranno accessibili ai bambini e alle bambine. Da questa mattina, verrà eseguita la disinfezione giornaliera delle superfici e una supervisione periodica degli spazi, come richiesto dalle linee guida ministeriali.

Si potrà accedere alle aree giochi rispettando le seguenti regole:
- i minori di 14 anni possono accedere solo accompagnati da un adulto
- nei giochi non individuali possono salire al massimo 2 bambini per volta, nel rispetto del metro di distanza
- la mascherina è sempre obbligatoria, per adulti e bambini a partire dai 6 anni - bisogna mantenere sempre la distanza interpersonale di 1 metro ed evitare gli assembramenti

L’Amministrazione naturalmente confida nel senso civico di genitori e bambini che sapranno rispettare le regole per la sicurezza di sé stessi e degli altri. Nei prossimi giorni il Comune procederà alla pulizia e manutenzione delle varie attrezzature presenti presso il Parco dei Maestri, di fianco alla scuola Credaro, dove è in programma anche la sostituzione di alcune strutture ammalorate e la posa di alcuni nuovi giochi, che andranno a migliorare la fruibilità dell’area. Il Comune provvederà a comunicare quando sarà possibile accedervi nel rispetto delle adeguate misure di sicurezza e tutela della salute per i bambini.

«Siamo felici di poter consentire alle famiglie l’utilizzo delle aree gioco della città di Tirano – ha dichiarato la delegata all’istruzione Camilla Pitino -. È stato richiesto un grande sforzo ai genitori e ai bambini che hanno dovuto adeguarsi ad un nuovo modello di gestione familiare e hanno dovuto rinunciare a tanti aiuti nel rispetto delle regole imposte dall’emergenza sanitaria. Ripartire non è facile, ma abbiamo fortemente voluto rendere nuovamente accessibili le aree gioco per permettere alle bambine e ai bambini di riappropriarsi di spazi urbani e per dare un segnale concreto di vicinanza alle famiglie: Tirano riparte dalle famiglie, dai bambini, dal verde».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento