L'energia del bosco per riscaldare la palestra comunale di Piuro

Contributo di oltre 30 mila euro dal GAL

Minori costi, vantaggi per l'ambiente e rendimenti elevati: la scelta di Piuro nella direzione dell'ecosostenibilità e del risparmio punta sulla filiera locale e sulla valorizzazione del bosco. In quest'ottica si inserisce il progetto per la realizzazione dell'impianto di teleriscaldamento a servizio della palestra comunale, per il quale ha ottenuto un contributo a fondo perduto di oltre 130 mila euro, a copertura dell'70% circa del costo totale, dal Gal, il Gruppo di azione locale "Valtellina: valle dei sapori". La buona notizia è giunta nei giorni scorsi ed ora l'intenzione è di procedere speditamente verso l'avvio dei lavori, con l'obiettivo di completarli​ per l'estate 2021. Si partirà con lo smontaggio della centrale termica esistente e lo smantellamento della caldaia alimentata​ a gasolio.​ Il contributo è stato concesso sull'azione del Piano di sviluppo locale che finanzia gli interventi per la realizzazione e la messa in funzione di centraline per la produzione di energia da biomasse derivate dalle attività forestali.​


«Per noi si tratta di un contributo importante - spiega il sindaco​ Omar Iacomella​ -, che copre quasi per intero l'investimento, per un'opera che ci consentirà di sostituire il vecchio impianto con uno più moderno, funzionale ed ecosostenibile e al contempo di valorizzare in chiave economica il nostro patrimonio boschivo. La soluzione giusta per riscaldare la palestra comunale contenendo i costi energetici che incidono sul nostro bilancio». 


«Si tratta di un intervento che ci consente di tener fede al Patto dei Sindaci 2020 per ridurre drasticamente l'emissione di CO2 nell'aria - commenta l'assessore ai lavori pubblici William Pedroni - e in questo modo il 95% degli edifici del comune saranno riscaldati da fonti rinnovabili. La nostra amministrazione è particolarmente sensibile alle tematiche di tutela ambientale e risparmio energetico». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


L'impianto, che utilizzerà biomassa forestali, consentirà di garantire riscaldamento e acqua calda alla palestra comunale che viene utilizzata ogni anno dalle associazioni sportive della valle per organizzare corsi ed eventi ai quali partecipano cittadini residenti a Piuro e nei comuni limitrofi. L'intervento prevede la realizzazione di una centrale termica di produzione del calore, che sarà interrata presso il parcheggio, la posa delle relative reti di tubazioni e l'installazione della sottostazione di utenza, sotto la palestra. La caldaia funziona a cippato e pellets prodotto con legname locale grazie al taglio dei boschi comunali e dei ronchi di Savogno, ed è dotata di sistema di estrazione a basso contenuto energetico. L'impianto ha una potenza termica di 250 kW e basso impatto ambientale, con una limitata emissione di polveri nell'aria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rocambolesco incidente lungo la Statale 38, camion si ribalta perdendo il carico

  • Piateda, un'altra vittima del bosco: 51enne precipita e muore

  • Omicidio in strada a Como, ucciso il morbegnese don Roberto Malgesini

  • Coronavirus, primo caso tra i banchi in provincia di Sondrio: chiusa una classe a Chiuro

  • Berbenno, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Morbegnese trovato senza vita su una panchina nei boschi della Valgerola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento