rotate-mobile
Obiettivo condiviso / Sondalo

Ospedale Morelli: la risposta dei sindaci al Movimento per l'autonomia

I primi cittadini dell'Alta Valle condividono i contenuti del documento che il Movimento stesso invierà a Regione Lombardia

Dopo le sollecitazioni ricevute dal Movimento "Rinascita Morelli autonomo" che ha illustrato una serie di richieste circa il nosocomio sondalino e la sanità della provincia di Sondrio in un documento che verrà inviato anche a Regione Lombardia, non si è fatta attendere la risposta dei sindaci dell'Alta Valle, anch'essi, per l'appunto, chiamati in causa dalle parole di Ezio Trabucchi e dei rappresentanti del Movimento.

La replica

"I sindaci dell'Alta Valle, che in questi anni hanno sempre avuto a cuore il tema dell'ospedale Morelli - hanno scritto in una nota i primi cittadini di Sondalo, Bormio, Valdidentro, Livigno, Valfurva e Valdisotto - e della sanità di montagna non possono che condividere i contenuti del documento, che ricalca le molteplici iniziative intraprese dagli stessi sia prima che dopo l'ondata pandemica dovuta al Covid-19 che ha visto l'ospedale Morelli svuotarsi di contenuti per far fronte all'emergenza sanitaria".

"La situazione sanitaria provinciale - proseguono i sindaci - ha generato nella nostra popolazione grande preoccupazione e sfiducia, come testimonia il riscontro avuto dalla raccolta firme promossa dal Movimento Popolare Rinascita Morelli Autonomo. In tale contesto i sindaci dell'Alta Valle ritengono che rilevanza vada altresì riconosciuta alla strada verso l'autonomia da essi intrapresa, volta alla valorizzazione e al potenziamento del Morelli quale centro di eccellenza della sanità lombarda, tramite una Fondazione Pubblico Privata Ente del terzo settore. La prima parte di tale progetto è stata trasmessa nei giorni scorsi a Regione Lombardia e i primi cittadini sono in attesa di un celere riscontro, come previsto dalla deliberazione di Consiglio regionale n°XI°/1859 del 04.05.2021".

In ogni caso - si conclude la nota dei sindaci dell'Alta Valle - si ritiene valida qualsiasi forma giuridico-amministrativa di autonomia che restituisca all'ospedale Morelli il suo giusto ruolo nel panorama dell'offerta sanitaria, provinciale, regionale e nazionale".      

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Morelli: la risposta dei sindaci al Movimento per l'autonomia

SondrioToday è in caricamento