rotate-mobile
Soddisfazione condivisa / Sondalo

Nuovo manager dell'ospedale Morelli: le prime reazioni

Soddisfazione è stata espressa sia dall'assessore regionale Massimo Sertori, sia dai sindaci dell'Alta Valle

Arrivano le prime, positive, reazioni alla nomina del dottor Mario Giovanni Melazzini nel ruolo di manager incaricato della gestione e del coordinamento dell'ospedale Morelli di Sondalo.

Buon lavoro

“Conosco il dottor Melazzini da anni e sono molto contento che dal primo dicembre ricoprirà il ruolo di direttore dell’ospedale Morelli. Sono certo che la professionalità, la serietà, lo spirito di abnegazione, che sono alcune delle caratteristiche del Dottor Melazzini, daranno un apporto fondamentale per il presidio ospedaliero e i servizi che eroga - ha evienziato Massimo Sertori -. assessore a enti locali, montagna e piccoli Comuni della Regione Lombardia - Tale posizione dirigenziale arriva dopo un percorso amministrativo lungo e complicato che ha visto i sindaci e la regione impegnati nel trovare le giuste formule che, nel rispetto delle norme vigenti, consentano da un lato maggiore autonomia nella gestione del presidio Morelli e dall’altro un rapporto produttivo ed efficiente sulla rete sanitaria nell’ambito del perimetro della ASST Valtellina”.

“Non ho mai creduto nella politica urlata - prosegue Sertori - ancor meno quando si tratta di argomenti sensibili e delicati come quello sanitario, per cui bene il metodo del confronto istituzionale atto a risolvere i problemi, spesso complicati, ma che rappresenta l’unica strada percorribile per raggiungere, come in questo caso, risultati. Nessuno ha la bacchetta magica, neppure l’ottimo Melazzini, i problemi sono molti in Provincia di Sondrio come nel resto della regione e in Italia. Sono convinto che con la collaborazione di tutti riusciremo a migliorare il contesto sanitario e socio sanitario e a recuperare gli effetti che ha comportato l’emergenza Covid, penso ad esempio alle liste d’attesa, incarico che il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha dato all’ottimo assessore al Welfare Guido Bertolaso. Quindi al dottor Melazzini, che peraltro ama la nostra Valle, rivolgo i miei auguri di buon lavoro, che non sarà certo facile ma col tempo sarà prodigo di soddisfazioni”.

Soddisfazione condivisa

Soddisfazione è stata espressa anche dai sindaci delle località dell'Alta Valtellina: "La possibilità di nominare un Direttore, all’interno di Asst Valtellina e Alto Lario, per il solo presidio di Sondalo, per operare autonomamente in merito alla gestione delle risorse economiche, umane, nonché alla programmazione e organizzazione sanitaria ha avuto inizio dall’idea dei sindaci dell’Alta Valle che è stata fautrice di una serie di dialoghi e confronti con il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, e l’Assessore alla Montagna, Massimo Sertori - sottolineano i primi cittadini in una loro nota -. Nel giugno scorso si conveniva, infatti, sull’imprescindibilità di una gestione autonoma e separata, anche se integrata, dall’Asst Valtellina e Alto Lario, finalizzata al rilancio del presidio di Sondalo, considerata l’unicità che rappresenta a livello regionale e nazionale per la sua complessità e potenzialità, anche patrimoniale, nel sistema sanitario. In breve tempo, Asst ha concluso la procedura di selezione individuando una figura di indiscusse capacità nel novero del top management sanitario nazionale ed internazionale: il Prof. Mario Melazzini".

Il curriculum

Alcuni incarichi fra i molti possono dare un’idea della levatura di Melazzini - proseguono i sindaci dell'Alta Valle nella loro nota -: Presidente e Direttore Generale degli Istituti Clinici Scientifici della Maugeri; consulente del Ministero della Salute; Assessore alla Sanità di Regione Lombardia; Presidente, Amministratore Delegato e Direttore Scientifico di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco); docente universitario; autore di pubblicazioni di settore oltre ad aver ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua attività di ricerca scientifica e gestionale.

“Siamo entusiasti che il prof. Melazzini abbia individuato nel nostro territorio - a cui è particolarmente legato - la sua prossima sfida professionale, sicuri che potrà raggiungere l’obiettivo che gli è stato affidato ovvero il rilancio, a trecentosessanta gradi, dell’Ospedale Morelli. A tal proposito, venerdì prossimo, presso l’Ospedale Morelli, ci sarà un momento dedicato alle presentazioni ufficiali del nuovo Top Manager. Siamo grati alla popolazione e a quanti ci hanno sostenuto in questo lungo percorso, ringraziamo il Presidente Fontana e l’Assessore Sertori, per aver reso possibile questo primo traguardo, prodromico ad un nuovo approccio alla gestione sanitaria del nostro territorio".

Tale obiettivo è stato raggiunto mediante un continuo dialogo e confronto istituzionale nonostante le tante perplessità, le critiche e le inutili strumentalizzazioni che ci sono state rivolte”. 

Il Movimento

Ad accogliere con favore la nomina del dottor Melazzini è stato anche il Movimento Popolare Rinascita Morelli autonono: "Come avevamo auspicato…Si apre ora un concreto percorso di rilancio dell’ospedale di Sondalo a condizione che via sia un Piano Organizzativo e gestionale (POAS) ad hoc per il ”Morelli” e venga abbandonato definitivamente lo “sciagurato” Piano del Politecnico, voluto da Regione Lombardia a fine 2019 - ha sottolineato il presidente del Movimento Ezio Trabucchi attraverso un post su Facebook -. Occorre anche una netta discontinuità dalla disastrosa ”gestione Saporito” ed il superamento della miope visione Sondrio e Milanocentrica della sanità di montagna. Complimenti ed auguri di buon lavoro al Dottor Mario Melazzini da tutto il Movimento popolare “Rinascita Morelli Autonomo“.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo manager dell'ospedale Morelli: le prime reazioni

SondrioToday è in caricamento