menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'orso si è svegliato ed è nella zona di Bianzone

Negli ultimi giorni si sono registrati almeno 3 casi di arnie depredate oltre che una capra è stata mangiata in un ovile di Teglio. Potrebbe trattarsi del maschio M19

Il letargo è definitivamente finito e l'orso è tornato in Valtellina. Complice la coda d'inverno di questi giorni, portatrice di freddo e di neve sopratutto in quota, in questi giorni un orso sta vagando nella zona di Bianzone, alla ricerca di cibo.

Nessuno l'ha visto ma le tracce lasciate dietro di sè, anche a quote decisamente basse, non lontane dal fondovalle, non possono lasciare spazio ad interpretazioni o fraintendimenti. In almeno tre occasioni diverse, in località La Curta e Bianzone, sono state ritrovate delle arnie rotte e depredate, segno indiscutibile del passaggio di un plantigrado nottetempo.

Anche nella notte tra sabato e domenica l’orso si è recato nel territorio del Comune di Teglio, non lontano dal centro abitato, recandosi presso un piccolo allevamento dove ha sbranato una capra dopo aver superato le recinzioni.

Quale orso sia responsabile del "furto" di miele non è dato sapere. Si ipotizza che possa essere M-19, un esemplare maschio che da 2/3 anni gravita con una certa insistenza tra i boschi e le radure delle province Sondrio, Trento, Bolzano, Verona e Brescia.

Come spesso succede quando l'orso fa la sua comparsa, è partita la corsa all'elettrificazione delle aree di apicultura. Con il supporto dell'associazione Apilombardia gli apicolturi posso richiedere le recinzioni necessarie per tenere l'orso lontano dalle arnie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Attualità

Bambini, apre a Sondrio il negozio di giocattoli "Città del sole"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento