rotate-mobile
Attualità

La Lombardia dice no agli orsi del Trentino

Per Fontana e Sertori "non ci sono le condizioni". Le loro parole

No all'introduzione in Lombardia degli orsi dal Trentino. Lo ha detto Attilio Fontana, presidente di Regione Lombardia, parlando a margine della riunione coi presidenti delle province lombarde a Palazzo Pirelli. Gli orsi, in realtà, sono sporadicamente presenti sulle montagne lombarde proprio in seguito al progetto di ripopolamento sviluppato in Trentino dal 1999. I primi orsi "lombardi" sono stati avvistati nel 2012, dopo 150 anni di assenza. Nel Bresciano sono state registrate 64 segnalazioni nel 2021, il doppio rispetto al 2020. Del resto, la Val di Sole, teatro della tragedia di Andrea Papi, non è lontana dalla Lombardia.

Secondo Fontana, attualmente "non ci sono le condizioni" per accettare orsi dal Trentino. Ma il governatore ha aggiunto che "ogni scelta si deve fare dopo avere valutato e mi sembra che il modello del Trentino abbia dimostrato di non funzionare. Quindi o si studia qualcosa di diverso o ripetere sul nostro territorio quello che si sta verificando in Trentino non mi sembra opportuno".

L'ipotesi di accogliere orsi dalla provincia confinante si può "prendere in considerazione se troveremo delle condizioni che mettano in garanzia la pacifica convivenza fra animali selvatici e umani", ha detto ancora il governatore lombardo, ma "se dobbiamo ripetere il dramma che si è svolto in Trentino, direi di no". La pensa allo stesso modo l'assessore alla montagna ed enti locali Massimo Sertori, già presidente della provincia di Sondrio, secondo cui "bisogna trovare una giusta sintesi di convivenza tra l'uomo e questi animali". E ancora, per Sertori "oltre una certa misura questa convivenza non è possibile. C'è un problema se da una parte finanziamo e facciamo sforzi per scongiurare lo spopolamento e dall'altra parte abbiamo animali come l'orso che non consentono una convivenza. Tra l'uomo e l'orso scelgo l'uomo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lombardia dice no agli orsi del Trentino

SondrioToday è in caricamento