Della Bitta guarda al futuro di Chiavenna: «Nel 2020 la riqualificazione della casa di riposo e il nuovo centro sportivo»

Il sindaco chiavennasco: «Sarà un anno di lavoro con grandi progetti e sfide da affrontare»

Ha le idee chiare il primo cittadino di Chiavenna, Luca Della Bitta, sulle azioni da portare avanti in questo 2020. Un «nuovo anno di lavoro con grandi progetti e sfide da affrontare» ha commentato il sindaco valchiavennasco.

«Il 2020 sarà un anno importante  per portare a termine opere strategiche gia avviate come la passeggiata lungo la Mera o la messa in sicurezza di tutto il versante di Bette. Per iniziare la ricerca di finanziamenti e progettazione di nuove opere inserite nel piano triennale dei lavori pubblici. Ma sarà anche occasione per avviare un piano di più anni su un tema che riteniamo urgente e che spesso non ha i fondi necessari: la manutenzione. In particolare partendo da strade e marciapiedi coinvolgendo diversi anni a venire» ha aggiunto il politico. 

Due progetti strategici

Sotto il coordinamento della Comunità Montana della Valchiavenna, con la piena condivisione da parte della conferenza dei sindaci, il 2020 sarà un anno importante per due progetti strategici per il futuro della valle.

«In primis il progetto di riqualificazione, ammodernamento e ampliamento della Casa di riposo. Si tratta dell'unica RSA in Valchiavenna che ospita gli anziani dei nostri comuni e merita davvero un investimento importante. In secondo luogo l'avvio del progetto complessivo di rinnovamento, da tutti i punti di vista, del centro sportivo comprensoriale con la piscina, la pista del ghiaccio ed i campo da tennis» ha illustrato Della Bitta.

Supporto dagli enti superiori

«In una logica di programmazione delle opere strategiche, vista  la rilevanza dei temi posti, chiederemo supporto economico e finanziamenti da parte dei livelli superiori, a partire dalla programmazione dei fondi provinciali che già lo scorso anno hanno finanziato interventi analoghi a Sondrio e Morbegno» ha sottolineato il primo cittadino chiavennasco

«Intanto il nuovo bilancio approvato non ha visto nessun aumento di tariffe, aliquote, tasse e la conferma convinta dell'alta qualità dei servizi offerti ai cittadini. Dai trasporti alle mense scolastiche, ai servizi alla persona all'asilo nido. Il 2020 sarà un anno di lavoro e di lavori, dalla cura di ogni giorno alle opere strategiche per il futuro della nostra gente» ha concluso Della Bitta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ardenno, tenta di uccidere i figli con il gas e di togliersi la vita: arrestata

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Talamona, padre e figlio in scooter non si fermano all'alt dei carabinieri: inseguiti e denunciati

  • Valmalenco, i carabinieri non riescono a calmare il figlio violento: sedato e ricoverato

  • Sci, verso la chiusura degli impianti di risalita per le vacanze: si attende la conferma del Dpcm

  • Coronavirus, Dpcm e regole per Natale 2020: niente sci in Lombardia e niente cenoni

Torna su
SondrioToday è in caricamento