La nuova "casa" della comunità è pronta, ecco il nuovo oratorio San Rocco di Sondrio

Domenica 11 ottobre l'inaugurazione ufficiale alla presenza del Vescovo. Le foto della nuova struttura

Il parroco di Sondrio, don Christian Bricola, insieme ai progettisti e alle maestranza che hanno eretto il nuovo oratorio San Rocco

Uno spazio della comunità per la comunità, dove crescere e sperimentarsi sulla scia dell’educazione salesiana. Dopo 15 mesi di lavori, abbattimenti, ricostruzioni e pandemie, il nuovo oratorio San Rocco di Sondrio è pronto per accogliere ed essere vissuto dai sondriesi. «È solo un arrivederci» avevano scritto gli oratoriani su un muro della vecchia struttura prima che questa venisse definitivamente abbattuta (leggi qui) e così è stato. Domenica 11 ottobre 2020, alle ore 10, l’inaugurazione ufficiale alla presenza del vescovo della Diocesi di Como, Oscar Cantoni, e di tutte le autorità.

«Sono molto contento di poter inaugurare il nuovo oratorio dopo solo 15 mesi di lavoro, dopo tutto quello che è successo. Per questo devo dire un grazie particolare alle tante persone che si sono spese per la costruzione: un cantiere è fatto di nomi, di persone e di storie. Grazie alle ditte che ci hanno aiutato, a Fondazione Cariplo, a Pro Valtellina» ha commentato il parroco del capoluogo, don Christian Bricola.

«Aprire il nuovo oratorio è un sogno che si avvera. Ce l'abbiamo fatta nonostante tutto, lavorando anche sotto l'acqua e sotto la neve per aprire il prima possibile. Ora gli spazi vanno vissuti ed animati nello spirito di don Bosco» ha aggiunto Michele Rigamonti, dell'ominima impresa costruttrice a nome anche della ditta CM Valtellina.

La struttura

Il nuovo oratorio (condotto ancora da don Luca Castelli) è stato costruito, anche per necessità volumetriche, nel sedime del vecchio edificio. Gli spazi sono quindi stati dislocati, grossomodo, seguendo la precedente organizzazione, seppur vi sia stata una rimodulazione dei volumi per alleggerire la facciata che dà su piazza San Rocco. Una scelta precisa, come spiegato dal progettista dell'opera, l'architetto Carlo Mazza, ideata per dare continuità tra l'oratorio e l'esterno anche grazie all'utilizzo di grosse vetrate su tutti i livelli dell'oratorio. In questa direzione anche la creazione di un ampio atrio dove poter accogliere le persone.

Il salone principale è più grande del precedente, illuminato dalle ampie vetrate che danno, anche, sui campi da gioco esterni (campo polifuzionale in cemento, e nuovo campo da calcio a 7 con fondo sintetico), e permette di accedere al vano scale che, insieme all'ascensore, conducono ai due piani superiori. Al primo piano sono state create sette aule, funzionali per gli incontri di catechismo e di dopo scuola, mentre l'ultimo piano, il secondo, ospiterà (una volta completati gli altri lavori) uno ampio spazio assembleare (sulla falsa riga della vecchia "aula don Borghino").

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La palestra è stata ampliata e pavimentata con una gomma ad hoc (serigrafata a trama lignea), resa a norma per il gioco della pallavolo, e corredata dai nuovi spogliatoi posti al primo piano. Moderni e funzionali anche gli spazi della cucina e del bar, affacciato sia sul salone che sul cortile esterno. Gi impianti, compreso quello di areazione, sono di ultima generazione e permetteranno di "vivere" l'oratorio al meglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento