rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Attualità

La nuova “scena musicale” valtellinese e la sua primavera

Chi sono i giovani artisti della provincia di Sondrio più ascoltati tra streaming e concerti dal vivo: la playlist

Cos’è esattamente una “scena musicale”? Potremmo dire che si tratta di un movimento collettivo formato da band, musicisti, produttori e ovviamente fan, legati tra loro da una o più caratteristiche, siano esse il luogo, il tempo o il genere. In provincia di Sondrio non è mai mancata la musica, basti pensare a tutti i festival estivi che da decenni riempiono di note le nostre valli (Rock and Rodes, Morborock, Andalo Rock, B.est…), ma parlare di scena musicale valtellinese è qualcosa di molto diverso. 

Proprio come una marea, le scene musicali spesso si muovono ad ondate, alternando periodi particolarmente floridi a momenti di secca, esattamente la situazione in cui sembrava trovarsi la nostra provincia fino a poco tempo fa: poco ricambio generazionale, pochi locali disposti a far suonare, molte tribute band. Eppure, anche in questo scenario povero di stimoli, qualcosa si è mosso e come una risacca ha messo in moto un’onda fatta da gruppi di giovani amici desiderosi di sperimentare divertendosi, di mettersi in gioco e trasformare in musica le loro esperienze, creando nuovi spazi e nuove realtà (come il collettivo sondriese Perestrojka) o dando nuova linfa ad altri già esistenti (Il Lokalino e il Ricircolo a Morbegno).

new music valley-2

Capire il momento preciso in cui si forma una “scena” è difficile, ma quello che sta avvenendo ora in Valtellina e Valchiavenna merita di essere osservato e ascoltato. Potremmo azzardarci a scommettere sui nomi presenti in "New Music Valley", la playlist di Spotify composta solo da artisti della provincia di Sondrio, e vedere come evolverà la situazione, gustandoci l’attimo e magari riparlandone tra qualche anno. 

Gli artisti di "New Music Valley"

Bosco da soma

Carlo Boscacci, classe '99, è un giovane cantautore che in qualche modo rappresenta questa nuova primavera della musica valtellinese, dato che il suo nome ricorre in diversi progetti. Il suo primo disco da solista "Grepida" è uscito nel 2021, ed è uno di quegli album impossibili da catalogare: spoken word come flusso di coscienza, folk, elettronica lo-fi e jazz, sperimentale ma senza trascurare un raffinato gusto pop nel senso più positivo del termine.

Carlo Da SOma

Gnik

La testimonianza che la lezione degli storici gruppi rock valtellinesi come i Gradinata Nord non è andata perduta. Un power trio (basso-batteria-chitarra) formato da tre ragazzi (Giovanni Orio, Domenico Vitali ed Elia Mazzoletti) che si muovono tra alto lario e bassa valle. Il loro primo ep "Vixen" è uscito nel 2022 ed è un concentrato di hard rock senza compromessi rigorosamente in inglese.

Gnik

Merli Armisa

Michele Boscacci è il fratello del sopracitato Carlo, prova che evidentemente il talento è di famiglia. "Lleb" è il nome del suo primo disco pubblicato a fine 2021, un lavoro dall'atmosfera sognante, sia per quanto riguarda i testi che per quanto riguarda le sonorità, un mix vincente di new wave, indie folk, elettronica ed hyperpop, che ha fatto innamorare tra gli altri la prestigiosa testata di musica italiana Rockit.

Merli Armisa

Scemodiguerra

I nomi da citare per inquadrare gli Scemodiguerra, duo composto da Luca Peverelli ed Elia Mazzoletti (già membro della band Gnik), sono il Pan del Diavolo o il più geograficamente vicino Davide Van De Sfroos: "Isabella del Vento, il Santo Muratore e tanto tempo per pensare" uscito a fine 2022 si muove infatti su sonorità folk elettriche rabbiose e sofferenti al tempo stesso, accompagnate da testi favoleggianti e poetici.

Scemodiguerra

Giorgieness

Giorgia D'Eraclea non avrebbe bisogno di presentazioni: cantautrice morbegnese classe '91 dall'attidudine punk e dalla penna struggente, dal 2011 compone musica e divora i palchi con il suo progetto Giorgieness, di cui è anima e voce. Giunta ormai al suo terzo disco, col tempo ha addolcito la sua musica in cambio di una scrittura più matura, diventando così una delle realtà "al femminile" più interessanti di tutta Italia.

Giorgieness

Ricche le mura

La band che guida la rinascita della musica valtellinese: attorno al gruppo guidato da Carlo Boscacci e al loro disco d'esordio "Inizio turno fine", pubblicato un anno fa dalla prestigiosa etichetta La Tempesta, si è creato un vero e proprio movimento collettivo che riunisce tutta la valle. Il diverso background musicale dei cinque membri della band si riflette positivamente sul disco, creando un caleidoscopio di alt rock con contaminazioni jazz ed elettroniche, su cui "galleggiano" i testi intimi e onirici di Boscacci, un mix che valica i confini nazionali mettendoli sullo stesso piano di band acclamate nel panorama musica internazionale come Black Midi o Black Country New Road.

Ricche le mura

The Snookers

Duo morbegnese voce e chitarra composto da Anita Maffezzini e Federico Fabani (classe 2000 e 1999), ha tra i suoi punti di forza la voce graffiante della cantante e il piglio rock incisivo che traspare dalla maggior parte dei pezzi de "L'universo si arrende a chi è calmo", disco d'esordio pubblicato nel 2023 dopo una serie di singoli in rotazione su MTV New Generation. Un pop rock vicino ai grandi della tradizione italiana come Irene Grandi, ballate comprese.

The Snookers

Devis Carten

Devis Bonini classe '97, tra i nuovi artisti valtellinesi rappresenta il lato più contemporaneo: la sua musica è esattamente una sintesi delle sonorità che negli ultimi anni hanno raggiunto i primi posti delle classifiche italiane e internazionali, un mix di urban/trap/rap il tutto sporcato da chitarre e batterie tipicamente rock, il tappeto ideale per testi emotivi e personali come si può tranquillamente sentire nell'ep "Euforia" del 2023.

Devis Carten

Seneca Effect

Post-punk e filosofia delle catastrofi. Ad unire questi due temi non così distanti tra loro ci pensa questo quartetto morbegnese, composto tra gli altri da nomi ricorrenti della scena musicale valtellinese (Matteo Oreggioni alla voce, Loris Mattarucchi e Simone Della Vedova rispettivamente chitarra e basso, con Claudio Franzini alla batteria). I loro primi tre pezzi registrati live a fine 2023 in Val Tartano (con tanto di video su YouTube) legano a doppio filo sonorità melancoliche e testi sulla fine del mondo, ricordandoci che la crescita è lenta, ma la rovina è rapida.

Seneca Effect

Dysphoteque

Astrattismo e figure retoriche, chitarre e sintetizzatori, testi in inglese e atmosfere dark: questo è tutto quello che si può trovare nella musica di Alessandro Vergottini, Samuele Rabbiosi, Lorenzo Montani ed Elisa Paini, giovanissimo quartetto morbegnese influenzato sia dal rock anni 90 che dal progressive rock più classico. Un sound in continua evoluzione come si può sentire confrontando anche solo l'ultimo singolo "This world of madness" con l'ep "Surrender, Skyscrapers" uscito un anno fa.

Dysphoteque

Tueri Damasco

Lorenzo Fabbri, classe '96 è un altro nome che farà parlare di sé anche fuori dai confini locali: "Analisi portafoglio danni" il suo primo disco è stato pubblicato da La Tempesta a marzo ed è un concentrato di intimità e nodi alla gola, fatto di immagini piccole ma evocative, sensazione di familiarità e parole sussurrate che esplodono in urla liberatorie. A far da sfondo a questa malinconia un alt folk elegante che rimanda a Bon Iver e Sufjan Stevens.

Tueridamasco

Coxtola

Andrea, Beppe e Andrea sono i portabandiera del punk hardcore valtellinese: dal 2012 questo trio dalla bassa valle porta avanti con orgoglio la loro visione della musica fatta di caos, chitarre veloci e batterie fitte, sudore ed emozioni urlate. "Certi giorni sono peggio di altri" è il loro secondo disco ufficiale uscito a marzo di quest'anno, 7 tracce brevi ma violente come un pugno allo stomaco.

Coxtola

Cincales

I fratelli Simone e Riccardo dell'Oca, Adriano Fascendini e Gianluca Acquistapace reduci da precedenti progetti musicali hanno deciso di unirsi per dare vita ad un supergruppo di combat folk a là Modena City Ramblers. "Le facce sui muri della metro", il loro primo ep appena uscito è l'anticipo del disco che vedrà luce a giugno, ed è un mix riuscito di tematiche sociali e armonie popolari.

Cincales

I miei migliori complimenti

Anche per Walter Ferrari non servirebbero presentazioni: già metà del duo rap sondriese di culto Electrofants, poi fiero discepolo di Nicolò Contessa e de I Cani, è stato "indie before it was cool" e finalmente dopo una serie di ottimi ep ha pubblicato il suo primo omonimo disco. "I miei migliori complimenti" è un album in cui ogni canzone spazia tra sonorità diverse ma coerenti fra loro, dal rock al synth pop passando per la samba e la bossa nova. La scrittura continua ad essere il giusto compromesso tra leggerezza e profondità, autoironia e romanticismo, con una punta di saudade da perfetto "expat" milanese.

I miei migliori complimenti

Faccianuvola

Alessandro Feruda classe 2002 è la scheggia impazzita che mancava alla scena musicale della provincia, un vero e proprio alieno che la prestigiosa etichetta discografica Columbia Records ha deciso di non farsi scappare. "le stelle* il sole; l’arcobaleno))" è il suo disco d'esordio che conferma quanto di buono già sentito nei precedenti singoli ed ep, un mix armonioso di chiptune, hyperpop e musica elettronica che ricorda da vicino i ben più conosciuti Pop X ma senza il loro tono demenziale, anzi con un tocco di sensibilità e delicatezza che accompagna tutti i testi scritti dal producer di Buglio in Monte.

Faccianuvola

Falene

Quattro ventenni di Morbegno e dintorni che cercano la loro strada tra dream pop e indie rock. Caterina Manzocchi, Stefano Spagnolatti, Alessandro Vergottini (già membro dei Dysphoteque) e Francesco Corti hanno pubblicato solo una manciata di singoli ma le premesse per un futuro interessante ci sono tutte: voci morbide e sussurrate, batterie in crescendo e chitarre dai riff sognanti che hanno fatto la fortuna di band come Perturbazione.

Falene

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova “scena musicale” valtellinese e la sua primavera

SondrioToday è in caricamento