Con l'orchestra ungherese Savaria e "Madama Butturfly" torna la grande musica al Teatro Sociale di Sondrio

Entrambi gli eventi saranno diretti dal Maestro sondriese Giovanni Mazza

Una stagione musicale, la prima promossa dal Comune di Sondrio, iniziata in autunno con la grande opera, che prosegue sul finire dell'inverno con una grande orchestra, per concludersi a primavera di nuovo con il melodramma italiano. A unire i prossimi appuntamenti, il concerto della Savaria Symphony Orchestra, il 13 marzo, e l'altro grande successo pucciniano, "Madama Butterfly", il 18 aprile, è il direttore di entrambi, il sondriese Giovanni Mazza, che li ha presentati stamane a palazzo Pretorio, introdotto dall'assessore alla Cultura Marcella Fratta.

«l nostro impegno è di offrire ai cittadini proposte di qualità - ha sottolineato l'assessore Fratta -: la musica fa stare bene e aiuta a comprendere meglio le emozioni, soprattutto se vissuta a teatro come momento di aggregazione. Invitiamo i cittadini a rendere omaggio a questi grandi compositori e alla musica classica, che è un patrimonio universale, e ad applaudire il nostro concittadino Giovanni Mazza nelle vesti di direttore».

L'orchestra della città ungherese di Szombathely, Savaria in latino, nel concerto che si terrà venerdì 13 marzo al Teatro Sociale, presenterà un omaggio ai Balletti russi, la compagnia fondata nel 1911, con pezzi di grande effetto scritti da Čajkovskij, Rossini, Respighi, Chopin e Stravinskij. Si potranno riascoltare musiche immortali come "L'uccello di fuoco" e altre meno conosciute ma di grande impatto quali "La Boutique Fantasque".

Sabato 18 aprile toccherà a "Madama Butterfly", l'opera in tre atti di Giacomo Puccini, rappresentata per la prima volta nel 1904, che narra la struggente storia di Cho Cho-San che attende invano l'amato Pinkerton. A dirigere l'orchestra sinfonica "Terre Verdiane" sarà Giovanni Mazza all'interno del golfo mistico, lo spazio riservato ai musicisti, ricavato nelle prime file della platea, che lui stesso aveva suggerito in fase di progettazione, proprio per rinverdire l'antica tradizione del Teatro Sociale per l'opera lirica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sono onorato per questo doppio impegno - ha detto il maestro Mazza -, felice di inserirmi in questa stagione che ha il merito di valorizzare il Teatro Sociale e di incrementare l'offerta culturale della nostra città.  Trovo perfetta la scelta di Puccini per le due opere e plaudo all'impegno del Comune di Sondrio: mi auguro che questa iniziativa sia il preludio di una nuova stagione culturale di cui c'è molto bisogno per vivere meglio in questa città».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Coronavirus, al Morelli di Sondalo la situazione si fa seria

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Coronavirus, la settimana nera della scuola valtellinese: 18 classi in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento