A Como una mozione per dedicare a don Roberto Malgesini un luogo significativo della città

Una richiesta bipartisan al sindaco comasco firmata da 16 consiglieri

La commozione a Como per l'omicidio di Don Roberto è ancora forte. Dopo il mancato riconoscimento con il premio cittadino dell'Abbondino, a livello politico la discussione rimane accesa, almeno finché non si troverà un rimedio per ricordare come si deve un uomo che ha dato molto alla comunità. Arriva così una mozione bipartisan firmata da 16 consiglieri di aree opposte, a dimostrazione che almeno davanti a fatti come questo si possono riporre le bandiere: Nessi, Traglio, Minghetti, Fanetti, Lissi, Guarisco, Aleotti, Magatti, Mantovani, Torresani, Ferretti, Bartulli, Patera, De Santis, Canova e Cenetiempo. 

La mozione

"La violenta uccisione di don Roberto Malgesini, il prete dei poveri, ha colpito profondamente la comunità comasca che ha apprezzato grandemente la figura del sacerdote e il suo silenzioso e prezioso impegno nei confronti degli ultimi. Don Roberto è stato testimone eccezionale di valori quali l’altruismo e la compassione, valori a cui, faticosamente, ci ispiriamo ogni giorno. Da più parti si sono levate richieste di un riconoscimento pubblico che non ha trovato sbocco nell’ambito delle procedure del premio cittadino “Abbondino d’Oro”. Riteniamo che vi siano altri simboli ancora più potenti e vicini a ciò che il parroco ha sempre fatto in vita, in grado di lasciare un segno più duraturo e tangibile del suo passaggio quali, ad esempio: l’intestazione del luogo in cui il sacerdote ha sempre operato per il bene altrui prima della tagica scomparsa, oppure una sala di prestigio presso il Palazzo Comunale (Sala Stemmi, Sala Giunta)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incontro dei genitori con Papa Francesco

Il Presidente della Repubblica ha conferito la medaglia d’oro al merito civile al sacerdote quale “Luminoso esempio di uno straordinario messaggio di fratellanza e di un eccezionale impegno cristiano al servizio della chiesa e della società civile, spinti fino all’estremo sacrificio. Ciò premesso, allo scopo di dare un segnale forte di riconoscenza e di valorizzazione del suo esempio si chiede  che il sindaco e la giunta si impegnino a intitolare a don Roberto un luogo significativo della nostra città, in modo che la sua opera venga ricordata negli anni a venire". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Coronavirus a scuola, tre nuove classi (con le insegnanti) in isolamento a Livigno

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Livigno annuncia l'apertura della stagione invernale 2020-2021

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento