rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Attualità Morbegno

Mostra del Bitto che successo, oltre 35mila visitatori in due giorni

Presenze record a Morbegno: il ritorno alla formula tradizionale dopo le restrizioni della pandemia ha conquistato il pubblico

Un ritorno positivo alla formula tradizionale dopo due anni di pandemia era certamente atteso ma il risultato che si sta prospettando mentre si avvicina la chiusura ha assunto proporzioni insperate alla vigilia: un primo bilancio, ancora parziale, fissa in più di 35 mila le presenze registrate nei due giorni di apertura. Il flusso di persone, in larghissima parte provenienti da fuori provincia, è stato ininterrotto e, rispetto alle edizioni più fortunate del passato, è iniziato sin dall'apertura di sabato mattina.

Il ricco programma e la varietà delle proposte hanno richiamato il pubblico affezionato della Mostra del Bitto ma anche persone che non avevano mai vissuto l'esperienza. Sono state le degustazioni, oltre 60, con circa 1700 partecipanti, gli show cooking, in particolare quelli di Sonia Peronaci, food blogger di Giallozafferano, gli stand dei prodotti tipici, ma anche i laboratori e gli spettacoli a suscitare grande interesse. Oltre ai formaggi celebrati nel Concorso che ha premiato i migliori produttori di Bitto, Valtellina Casera, Scimudin e Latteria.

I visitatori si sono mossi tra la piazza Sant'Antonio, il convento e l'auditorium, percorrendo le vie del centro di Morbegno fino a Palazzo Malacrida: per due giorni la Mostra del Bitto e la città si sono riunite, finalmente senza più restrizioni. Al di là dei numeri, a contare per gli organizzatori, guidati dalla Comunità Montana Valtellina di Morbegno, sono stati il gradimento del pubblico e la soddisfazione degli operatori presenti, piacevolmente colpiti dall'interesse di persone che chiedevano informazioni sui prodotti, che assaggiavano e poi acquistavano.

"Certamente i numeri sono più che soddisfacenti - afferma il presidente Emanuele Nonini - oltre le aspettative, ma l'obiettivo è anche di fidelizzarli affinché una volta tornati a casa conservino il ricordo dell'esperienza vissuta per continuare a consumare i nostri prodotti e per tornare in Valtellina. Confidiamo che questo accada, anche in vista delle Olimpiadi Milano Cortina 2026, e il gradimento riscontrato è certamente di buon auspicio. Il successo della Mostra del Bitto è di tutti gli enti, le associazioni e gli sponsor che l'hanno sostenuta, degli operatori che hanno partecipato e di tutte le persone che si sono impegnate in questi mesi e in particolare negli ultimi due giorni: un lavoro di squadra, programmato e organizzato, che ha consentito di ottenere questo risultato".

Una soddisfazione condivisa con Simona Nava, che l'ha ideata e coordinata: "Abbiamo registrato un alto grado di soddisfazione dell'evento da parte del pubblico, questo è il dato più importante. In particolare, le degustazioni hanno accompagnato le persone lungo un percorso di conoscenza dei nostri prodotti e si è creata una forte interazione di esperienze che è stata molto apprezzata".

La Comunità Montana Valtellina di Morbegno guida il Comitato organizzatore di cui fanno parte il Comune di Morbegno, il Consorzio Turistico Porte di Valtellina e il Consorzio di Tutela dei Formaggi Valtellina Casera e Bitto. La manifestazione è sostenuta dalla Regione, dalla Provincia, dal Bim, dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina, da Confartigianato Imprese Sondrio e vede quali sponsor Iperal, BringSol e Tessuti Sondrio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra del Bitto che successo, oltre 35mila visitatori in due giorni

SondrioToday è in caricamento