Mondo della scuola in lutto per la morte del professor Manoni

Grande amante degli scacchi, per tanti anni era stato docente di religione all'istituto Pinchetti di Tirano

Dopo aver lottato contro un male incurabile, Ennio Ilario Manoni, classe 1961 di Stazzona di Villa di Tirano, si è spento nella giornata di oggi, venerdì 8 maggio. Stimato dai colleghi e dagli alunni per la sua grande semplicità, Manoni per tanti anni era stato insegnante di religione cattolica presso l'istituto Pinchetti di Tirano.

Ennio Manoni era un grande amante degli scacchi

Manoni era infatti istruttore della FSI (Federazione Scacchistica Italiana) e promoveva il gioco di strategia anche all'interno delle scuole.

Imparare a giocare a scacchi non significa solo conoscere le regole e il movimento dei pezzi. Queste nozioni vengono recepite in mezz’ora e poi… quando ci si spinge per la prima volta al di là di esse, allora accade la magia degli Scacchi! Di colpo ci sentiamo diversi da chiunque altro perché stiamo dando una forma esplicita alla nostra struttura decisionale; acquisiamo modelli e ne capiamo la ferrea logica che li regola rielaborando il tutto con le nostre qualità personali. Un adulto che entra nel mondo degli Scacchi si diverte e si compiace perché si rende conto della sua unicità e del suo valore in quanto rappresentante di uno 'stile' personalissimo che riflette le esperienze e conoscenze di una vita passate attraverso il prisma del proprio talento.

Ennio Ilario Manoni

Manoni lascia la moglie Natalina, professoressa di lingua inglese, e i figli Emmanuel, Deborah ed Elisabetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Coronavirus, firmato il decreto legge che "blinda" Natale e Capodanno

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

  • Da domenica la Lombardia diventa zona arancione: la conferma del Governo

  • Arriva l'inverno in Valtellina e Valchiavenna: previste le prime nevicate

  • Spostamenti vietati a Natale, Santo Stefano e Capodanno: le regole del nuovo Dpcm

Torna su
SondrioToday è in caricamento