Morto improvvisamente lo psichiatra Giuseppe Zecca

Originario di Cosio Valtellino era il responsabile di Struttura Semplice dell’Asst di Lecco. Il ricordo del dottor Antonio Lora

È venuto improvvisamente mancare all'età di 65 anni il dottor Giuseppe Zecca, psichiatra e Responsabile di Struttura Semplice dell’Asst di Lecco, apprezzato anche in Vatellina per il lavoro volto negli anni passati presso l'ospedale civile di Sondrio. Originario di Cosio Valtellino è mancato a causa di un arresto cardiaco mentre si trovava in vacanza. A darne l'annuncio l'Azienda ospedaliera lecchese la quale, esprimendo con grande dolore il proprio cordoglio, ha riportato il ricordo del Capo Dipartimento dell’Asst di Lecco, il dottor Antonio Lora.

“Giuseppe Zecca ha iniziato a lavorare nel Dipartimento di Salute Mentale di Sondrio, dove aveva curato anche l’uscita ed il reinserimento dei pazienti dimessi dall’ex Ospedale Psichiatrico. Si è poi trasferito al Dipartimento di Salute Mentale di Lecco, dove ha lavorato nel territorio meratese sia nel Centro Psicosociale che in ospedale, nel Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, in qualità di Aiuto Corresponsabile. Ha amato molto il suo lavoro nel Centro Psicosociale, dove ha portato la ricchezza della sua esperienza clinica, derivata anche da un lungo training psicoanalitico. Uno dei motivi ricorrenti del suo lavoro è sempre stato l’attenzione allo sviluppo della capacità dei pazienti di autodeterminarsi e di vivere in autonomia. Sul territorio ha coordinato, valorizzandoli, gruppi multi-professionali, formati da infermieri, psicologi e assistenti sociali, indirizzandoli nella gestione dei casi più complessi. L’autorevolezza e la capacità clinica di Giuseppe Zecca erano unanimemente riconosciute dagli altri operatori ed emergevano proprio nella gestione dei pazienti più gravi. Dal 2016 è stato Responsabile di Struttura Semplice per quanto riguarda le quattro Strutture Residenziali, dove ha posto particolare attenzione all’empowerment dei pazienti e al loro ritorno al territorio dopo l’esperienza residenziale. L’esperienza dei primi anni di lavoro, nella dimissione dei pazienti dall’Ospedale Psichiatrico, è rimasta in lui come un’attenzione affinché la Comunità rappresentasse solo un momento terapeutico nella vita del paziente, prima del suo ritorno nel territorio, e non fosse vista come la conclusione di una vita autonoma”.

Il Dottor Giuseppe Zecca mancherà agli operatori che ne hanno apprezzato le qualità umane e professionali e ai pazienti, che hanno avuto fiducia nella sua capacità terapeutica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ponte in lutto per la morte della giovane Teresa

  • Coronavirus, la Lombardia verso l'entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Talamona, padre e figlio in scooter non si fermano all'alt dei carabinieri: inseguiti e denunciati

  • Sci, verso la chiusura degli impianti di risalita per le vacanze: si attende la conferma del Dpcm

  • Coronavirus, Dpcm e regole per Natale 2020: niente sci in Lombardia e niente cenoni

  • Nuova Olonio, sradicano il bancomat nella notte: ladri in fuga

Torna su
SondrioToday è in caricamento