Attualità

Sondrio, morto l'ingegnere Giovanni Maria Bordoni

Molto conosciuto per i suoi prestigiosi incarichi professionali e politici: direttore generale di Aler Sondrio, presidente di Confservizi Lombardia e consigliere regionale tra le fila di Forza Italia

È deceduto all'età di 72 anni Giovanni Maria Bordoni. Nato a Sondrio il primo febbraio 1949, era molto conosciuto per i suoi prestigiosi incarichi in ambito professionale e politico. Laureato in Ingegneria, era stato direttore generale dell’IACP, poi divenuto Azienda Lombarda di Edilizia Residenziale (Aler), di Sondrio fino all’aprile 2007. Dal 1990 al 1994 era stato presidente dell’ASM (Azienda Servizi Municipalizzati) di Sondrio. Dal 1992 membro della giunta, dal 1994 al 2005 vicepresidente e dal 2006  al 2018 presidente di Confservizi Lombardia e membro della giunta e del direttivo di Confservizi Nazionale.

Consigliere regionale dal 1995 al 2005 nella lista di Forza Italia prima e Casa delle Libertà poi. Era stato componente delle Commissioni Affari Istituzionali e Ambiente e Protezione Civile, Territorio e Trasporti, ricoprendo il ruolo di vicepresidente delle Commissioni Ambiente, del Comitato della Montagna e della Commissione Speciale sugli Appalti. Su delega del presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni, aveva assunto la Presidenza del Comitato Istituzionale per la Legge Valtellina dal 1995 al 2005 e del Comitato Istituzionale per i Mondiali di Sci 2005, dal 2003 al 2005. Il 5 febbraio 2008 era rientrato in Consiglio Regionale fino al 2013. Era stato tra i 52 consiglieri regionali accusati di peculato, nella gestione di soldi pubblici tra il 2008 e il 2012, nella cosiddetta "Rimborsopoli Lombardia". Dalle accuse si era sempre professato innocente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, morto l'ingegnere Giovanni Maria Bordoni

SondrioToday è in caricamento