rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Iniziative per i territori montani: Regione Lombardia approva la risoluzione

In provincia necessario puntare su sanità, agricoltura e formazione

Nella giornata odierna il consiglio regionale della Lombardia ha approvato la risoluzione che istituisce "Iniziative in favore dei territori montani": un provvedimento, dunque, che riguarda da vicino la Valtellina e la Valchiavenna e che, secondo il consigliere valtellinese della Lega Simone Pedrazzi dovrà concretizzarsi soprattutto in tre ambiti d'intervento

La sanità

Ovviamente centrale è la questione legata alla sanità: "Serve senza dubbio organizzare una sanità all'avanguardia, con strumenti tecnologici in grado di poter controllare il paziente da remoto e che punti sulla telemedicina" - ha spiegato Pedrazzi.

Lavoro e agricoltura 

"E' fondamentale ridare fiducia ai territori, creare le condizioni affinché si sviluppi il connubio pubblico-privato e fornire  agevolazioni concrete per avviare le start up dei giovani e creare un'agricoltura intelligente, che permetta di integrare - ha.proseguito il consigliere Pedrazzi - tecniche avanzate come il telerilevamento, l'intelligenza artificiale e la robotica".

La formazione

Terzo pilastro delle iniziative a favore dei territori montani che dovranno essere messe in campo, la formazione: "Ritengo - ha evidenziato ancora Simona Pedrazzi - sia davvero fondamentale investire sui giovani e sulla loro formazione, potenziando gli Istituti Tecnici Superiori e gli Istituti di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, riconoscere l’importanza del lavoro manuale anche in termini economici. Senza manovalanza, infatti, lo sviluppo non può avere futuro”. 

In attesa che queste iniziative si concretizzino nei diversi ambiti individuati da Simona Pedrazzi, intanto il consigliere valtellinese della Lega giudica positivamente la risoluzione approvata in consiglio regionale: “Un provvedimento significativo da cui partire per venire incontro alle necessità e i bisogni dei territori: - ha concluso Simona Pedrazzi - non è necessario sviluppare ancora nuove norme che rischiano solo di ingessare e bloccare lo sviluppo dei territori montani, ma è necessario, invece, valutare e considerare la montagna in base a quello che è davvero: una realtà mutevole molto di più di una città, che segue solo le regole della natura. Quindi una realtà imprevedibile, che necessità di una politica in grado di stare al passo con meno schemi e imposizioni". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iniziative per i territori montani: Regione Lombardia approva la risoluzione

SondrioToday è in caricamento