Venerdì, 6 Agosto 2021
Attualità

La provincia di Sondrio si prepara alla finale degli Europei di calcio ma senza maxischermo

Eventi nelle piazze di Valtellina e Valchiavenna, in occasione di Italia-Inghilterra, non darebbero necessarie garanzie rispetto alle misure di sicurezza per il contenimento della pandemia. La riunione del "Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica"

In data odierna si è tenuta in videoconferenza una riunione del "Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica" presieduta dal prefetto Salvatore Pasquariello, a cui hanno preso parte i sindaci dei Comuni di Bormio e di Morbegno, l’assessore alle attività produttive del comune di Sondrio; il comandante della polizia provinciale; i comandanti delle polizie locali di Chiavenna, di Morbegno e di Tirano e il vicecomandante della polizia locale di Sondrio. Presenti anche il questore, il vicecomandante provinciale dell’arma dei carabinieri, il delegato del comandante provinciale della guardia di finanza, il responsabile della polizia stradale e il responsabile del settore della polizia di frontiera di Tirano.

Nel corso della riunione si è discusso della finale del Campionato europeo di calcio, la sfida tra Italia e Inghilterra, in programma domenica 11 luglio. All'incontro è emerso come non siano stati autorizzati e dunque non siano previsti eventi pubblici (come per esempio allestimenti di maxischermi in piazza), in considerazione del fatto che la situazione non darebbe necessarie garanzie circa il rispetto delle misure di sicurezza per il contenimento della pandemia.

Nell’occasione è stato segnalato, purtroppo, come non sempre vengano osservate, con l’uscita dal lockdown, le disposizioni emanate nel giugno 2017 dal Capo della Polizia a seguito dei tragici eventi di Piazza San Carlo a Torino (cosiddetta circolare Gabrielli). A tal proposito il prefetto diramerà nella prossime ore a sindaci della provincia precise indicazioni in proposito e richiamerà l’attenzione sull’importanza del preavviso di pubblica manifestazione all’autorità di Pubblica Sicurezza ai sensi dell’art. 18 T.U.L.P.S., che è essenziale per predisporre idonei servizi di ordine e sicurezza pubblica.

Ordine pubblico

Durante l'incontro si è anche dato atto dei buoni risultati in termini di ordine e sicurezza pubblica dello scorso fine settimana nel quale, a differenza di quanto era avvenuto nei precedenti week end, non sono state segnalate né lamentate situazioni di criticità; e ciò anche grazie al rispetto delle ordinanze che alcune amministrazioni hanno ritenuto di adottare.

In raccordo tra di loro, come convenuto in una precedente riunione del predetto comitato, per arginare i comportamenti legati al consumo in eccesso di sostanze alcoliche e, nello stesso tempo, per evitare forme di assembramento di potenziale pericolo per la diffusione del Covid 19, i presenti hanno confermato quanto deciso in precedenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La provincia di Sondrio si prepara alla finale degli Europei di calcio ma senza maxischermo

SondrioToday è in caricamento