Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

La domenica del voto in Umbria di Salvini? In stalla per foraggiare le mucche valtellinesi

Insieme all'amico Massimo Sertori il senatore leghista ha trascorso una giornata di relax presso l'abituale azienda agricola "La Fiorida"

 

Dopo settimane di campagna elettorale senza sosta, il segretario della Lega, Matteo Salvini, si è preso una domenica di relax, raggiungendo l'abituale azienda agricola "La Fiorida" di Mantello, dell'amico Plinio Vanini, per trascorrere alcune ore in serenità, lontano dalle luci della ribalta politica nazionale. Insieme a lui, nel giorno delle tanto attese elezioni regionali in Umbria, da molti considerate la cartina di torna sole dell'attuale panorama politico nazionale, l'amico valtellinese Massimo Sertori, assessore regionale alla Montagna.

salvini-3

Una domenica trascorsa in compagnia dove il Capitano ha potuto svolgere il suo hobby preferito quando raggiunge la Valtellina e "La Fiorida", foraggiare e assistere le mucche, tra le quali è presente anche Mirtina, la vacca di proprietà di Salvini.

Mirtina, la mucca di Salvini

La storia della mucca Mirtina l’aveva raccontata Plinio Vanini, ospite, qualche mese fa della trasmissione radiofonica di RadioUno “Un giorno da pecora”. 

«Era il 25 aprile del 2014 e tutti i nostri collaboratori, all’ora di pranzo, erano assenti. C’era una mucca che doveva partorire e lui, essendo uno di famiglia, ci ha detto ”vengo io”. Siamo andati insieme nella stalla ed è stato un parto molto difficile» aveva spiegato il titolare de “La Fiorida”. 

«È nata una bellissima vitella. Salvini mi ha aiutato ad alzarla, a rianimarla, a fare tutto quello che occorre. Si chiama Vulcana ed è diventata una mucca. Poi ha partorito una vitella, chiamata Mirtina, che è di Matteo. Siccome è un amico ho deciso di regalargliela» aveva raccontato Vanini ai microfoni nazionali.

Potrebbe Interessarti

Torna su
SondrioToday è in caricamento