rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Spriana

Spriana e le sue frazioni: ecco la mappa di comunità del Monte Foppa

Presentato ufficialmente il progetto partecipato promosso dal FAI e realizzato dall’associazione AlpLab nel territorio del Comune malenco. La "mappatura" di voci e suoni

Una mappa costruita collegialmente per raccontare il territorio comunale di Spriana. È la mappa di comunità del Monte Foppa che, nel pomeriggio di sabato 16 dicembre, presso il polifunzionale del paese malenco, è stata presentata pubblicamente. L'elaborato finale, risultato di una serie di riflessioni, indicazioni e proposte espresse da coloro che vivono, conoscono e frequentano la zona, è uno strumento per raccontare quello che è stato, condividere l’oggi e progettare il domani in una porzione di Valmalenco che, per una piacevole coincidenza, si rappresenta come un grande cuore. A promuoverlo il FAI – Fondo Ambiente Italiano, delegazione di Sondrio, con riferimento agli studi condotti dall’architetto e urbanista Alberto Magnaghi sul “Principio Territoriale”. Hanno contribuito al progetto anche il BIM - Bacino Imbrifero Montano dell'Adda, il Comune di Spriana e il Comune di Torre di Santa Maria. All'associazione AlpLab il compito di ideare e gestire gli incontri, raccogliendo e analizzando informazioni e testimonianze. L'elaborato finale, realizzato graficamente dall’illustratrice Anna Boscacci, rappresenta la sintesi di quanto censito: ricordi, indicazioni, proposte e racconti.

Mappa di Comunità del Monte Foppa - copertina

"La Mappa di comunità del Monte Foppa si inserisce nell'ambito della tutela dei valori patrimoniali: visione, educazione e competenze per un progetto di territorio". Dopo un inquadramento teorico sul paesaggio come patrimonio, come visione culturale da preservare e "vivere", rappresentato dall'ex presidente del Fai Sondrio, Ida Oppici, promotrice del progetto di ricerca, è stato il momento di svelare la mappa, accolta con piacere dalla platea. “La mappa di comunità del Monte Foppa è un documento che va oltre la semplice rappresentazione geografica dei luoghi. È il risultato di un lavoro partecipato che ha coinvolto tutta la nostra comunità, permettendoci di confrontarci su ciò che siamo e su ciò che vorremo essere, senza dimenticare il nostro passato. La mappa è stata un'occasione per ricucire i legami tra le persone e rafforzare il senso di appartenenza alla nostra comunità”, ha spiegato  il sindaco di Spriana, Ivo Del Maffeo.

“Contribuire alla costruzione della Mappa di comunità del Monte Foppa è stato un viaggio di scoperta, oltre che un piacere. Grazie all’Amministrazione comunale e a chi ha partecipato agli incontri abbiamo ricostruito coralmente un territorio unico, tutto da raccontare, frutto di una storia secolare. Per chi ha partecipato ai vari incontri la mappa ha rappresentato un'opportunità per discutere, condividere idee e visioni, ragionare sui cambiamenti avvenuti nelle contrade, nel paesaggio, nell'economia locale, oltre che un'occasione per rinsaldare i legami della comunità. Siamo molto soddisfatti del risultato finale”, ha aggiunto Marco Alberti dell’associazione AlpLab. Contestualmente alla mappa di comunità il ricercatore Paolo Novellino, in arte Laboule - Creazione e ricerca sonora, ha audio-registrato alcune testimonianze dirette, nonché suoni della natura e delle attività agricole e tradizionali del Monte Foppa. Ciò ha permesso di realizzare una preziosa quanto variegata mappatura sonora del territorio, grazie alla voce narrante di tanti protagonisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spriana e le sue frazioni: ecco la mappa di comunità del Monte Foppa

SondrioToday è in caricamento